Molte le associazioni locali che aderiscono al progetto

Carovane migranti fa tappa ad Altamura

Attraversa l'Italia e arriva in Altamura l'8 aprile. Un incontro presso la sala "S. V. Maino" per comprendere le diverse realtà

Attualità
Altamura lunedì 04 aprile 2016
di La Redazione
"Bambini migranti e rifugiati © web

Dal 2 al 17 aprile la Carovana per i diritti dei migranti, per la dignità e la giustizia, giunta alla seconda edizione, attraverserà l’Italia per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione dei migranti, promuovendo il rispetto dei diritti e della dignità umana di quanti ogni anno lasciano il proprio Paese pagando spesso questa “scelta” con la vita stessa.

Organizzata da diverse associazioni italiane, la carovana si ispira alla “Caravana de Madres Centroamericanas buscando a sus migrantes desaparecidos”, promossa dal Movimiento Migrante Mesoamericano, che da undici anni vede una moltitudine composta da madri, mogli e sorelle mettersi in cammino alla ricerca dei parenti scomparsi lungo il più grande corridoio migratorio del mondo, passaggio obbligato tra il sud e il nord, tragicamente simile al nostro Mediterraneo.

L’8 aprile 2016 la Carovana Italiana per i diritti dei migranti farà tappa ad Altamura.
Nell’occasione diverse associazioni del territorio organizzano presso la sala dell’Istituto “Simone Viti Maino” un momento di incontro con i carovanieri in viaggio, per mettere esperienze a confronto e condividere con diverse realtà del territorio il messaggio universale di inclusione ed integrazione sociale dei migranti.
Sarà anche l’occasione per riflettere e dibattere sulla attuale situazione dei migranti e rifugiati in Europa e non solo e degli otre 65 muri sorti o in costruzione lungo i confini internazionali.

Nel corso dell’iniziativa ci sarà spazio anche per incursioni teatrali e musicali a cura delle associazioni Free Space e Alteracultura, e la partecipazione del gruppo altamurano Uaragnaun.

In attesa della Carovana, il 5 aprile, presso il Cinema Grande di Altamura, importante anteprima con la proiezione del film - documentario “FUOCOAMMARE” diretto da Gianfranco Rosi, vincitore dell’Orso d’oro per il miglior film alla 66° edizione del prestigioso festival internazionale del Cinema di Berlino 2016, che racconta l’isola di Lampedusa ed i continui sbarchi dei barconi pieni di migranti e rifugiati.

“Un film che ti porta dentro la semplicità di una comunità di mare, riassunta dalla vita di un bambino lampedusano e di un pescatore di ricci. Un racconto in cui emergono le paure di sempre, della notte, della guerra, del mare e della lontananza dell’isola dal continente. Ed è forse il mare il punto vero di connessione tra le storie. Un mare militarizzato che rompe l’orizzonte dell’isola turistica. Un mare “spinato” come se fosse una grande frontiera mobile usata per spaventare chi si mette in viaggio!”

Le associazioni altamurane che hanno contribuito alla realizzazione di questo evento sono: Osservatorio Migranti Basilicata, Associazione Fornello, Associazione L’altra Faccia dell’Africa, Associazione Orkìs, Associazione Archè, Centro Studi Torre di Nebbia, Associazione Link, Associazione Alteracultura, Free Space, SCOUT Agesci Altamura.    

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette