A tu per tu con Liliana Ventricelli, intervista alla giovane deputata della Murgia

A tu per tu con Liliana Ventricelli, intervista alla giovane deputata della Murgia

L'impegno a sei mesi dalla sua elezione, l'imminente congresso locale, le prossime amministrative altamurane.

Politica
Altamura giovedì 24 ottobre 2013
di Antonio Ferrante
L'onorevole Liliana Ventricelli.
L'onorevole Liliana Ventricelli. © n.c.

Sono passati già sei mesi da quando la giovane Liliana Ventricelli rappresenta il territorio murgiano in Parlamento. Abbiamo deciso di farle una breve intervista per conoscere quali sono i suoi impegni attuali e quale sia la sua visione della Murgia dei prossimi anni. 

On. Ventricelli siamo a circa sei mesi dalla sua elezione, come procede il lavoro parlamentare soprattutto per il territorio murgiano?

L'impegno e il lavoro vanno avanti seppur in un clima di instabilità e non sempre agli occhi dei cittadini risulta immediatamente visibile. In primis un lavoro a livello nazionale sulle questioni più urgenti. E'in discussione in questi giorni il decreto sulla stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione,presto lavoreremo in Parlamento sulla Legge di stabilità che presenta alcuni elementi positivi (centinaia di milioni di euro stanziati per infrastrutture del Sud) ma che necessariamente merita un lavoro attento in commissione. Sarà importante un impegno più complessivo per non sprecare i Fondi strutturali in arrivo per la programmazione 2014-2020, sono di ritorno da Bruxelles dove abbiamo avviato i primi contatti con la Commissione Europea e i membri della nostra rappresentanza permanente. Diverse le questioni che sto seguendo a livello locale: a breve ritorneremo sul cantiere della SS 96, sto sollecitando l’abbassamento dei prezzi per i biglietti ferroviari, continua il supporto per dire No alle esercitazioni nel Parco, continuano gli sforzi per evitare la chiusura dei tribunali, degli uffici o sportelli utili al pubblico. In alcune problematiche non ho competenze dirette, ma continuo a sollecitare i livelli istituzionali preposti.

Il Partito Democratico è entrato nella fase congressuale, quali scenari si prevedono a livello locale?

Siamo in una fase importante e delicata per il nostro Partito. Spero convintamente che non ci siano errori o passi falsi. L’entusiasmo derivato dalla mia elezione non può svanire, bisogna continuare sulla strada del rinnovamento che non vuol dire ‘giovanilismo’ ma freschezza, trasparenza e voglia di mettersi a disposizione, di allargare la partecipazione a tutti coloro che vorranno far parte di questo gruppo e che desidereranno mettersi al servizio di un progetto per il nostro territorio.

Tra circa un anno e mezzo ad Altamura ci saranno le amministrative, quale futuro immagina per il centro sinistra?

Sono del parere che vada lanciata una proposta forte di Governo cittadino che parli alla Città nel suo complesso, soprattutto ai tanti delusi di questa amministrazione. Ne incontro tanti, mi vengono a trovare il sabato mattina in sezione, hanno votato Stacca ma se ne lamentano. Bisognerà lavorare al progetto azzerando momentaneamente le ambizioni personali che in questo momento possono innescare incomprensione e bloccare l'iniziativa politica della coalizione, lavorando per aprire una piattaforma di lavoro nuova che dia spazi importanti a giovani, professionisti, mondo dell’impresa. Ovviamente ritengo che le primarie per la scelta del candidato Sindaco potranno essere uno degli strumenti da utilizzare, auspico che si possa giungere ad una candidatura unitaria nella quale tutti si riconoscano ma credo che questo possa avvenire solo attraverso un confronto largo ma allo stesso tempo forte su un programma condiviso. Uniti sono certa che vinceremo le amministrative 2015, la destra ha indiscutibilmente fallito. Fallimento evidente sia per le numerose occasioni perdute per la nostra città sia nella gestione in consiglio con una maggioranza bulgara crollata dopo pochi mesi.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
Le più commentate
Le più lette