Quattro corsie SS96, aperto nuovo tratto di 10 km

Quattro corsie SS96, aperto nuovo tratto di 10 km

Lo annunciano l'on. Liliana Ventricelli e il consigliere regionale Enzo Colonna.

Attualità
Altamura venerdì 08 settembre 2017
di La Redazione
SS 96.
SS 96. © n.c.

"L'Anas oggi ha aperto al traffico l'intero nuovo tratto della strada statale 96 in territorio di Altamura, a quattro corsie, per circa 10 chilometri. E' il primo tassello di una grande opera di ammodernamento che conferma l'attenzione del Governo e dell'Anas per l'itinerario interregionale Bari-Matera, a sua volta indicato come direttrice trasversale del corridoio adriatico e del nuovo itinerario Bradanico-Salentino, costituito dall'autostrada A14 e dalla strada statale 16 "Adriatica, nonché collegamento fondamentale tra Puglia e Basilicata".

Lo dichiara l'on. Liliana Ventricelli, deputata del Partito Democratico, convinta che il tema delle infrastrutture sia un "asset" di sviluppo per la Città metropolitana di Bari e particolarmente per l'entroterra murgiano.

"Dalle informazioni fornite dall'Anas - aggiunge l'on. Ventricelli - il valore dell'intervento realizzato è di oltre 65 milioni di euro, finanziato attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) - Fondi PON Reti e Mobilità 2007-2013. La nuova strada presenta due carreggiate separate con due corsie per senso di marcia da 3,50 metri, due banchine laterali da 1,75 metri ed uno spartitraffico centrale di 1,50 metri, per una larghezza complessiva della piattaforma stradale di 19 metri. Lungo il tracciato sono presenti due svincoli: quello di Altamura sulla strada provinciale Altamura-Mercadante e quello della stazione ferroviaria di Pescariello. Le opere d'arte principali - comunica ancora l'Anas - sono costituite da tre attraversamenti stradali, in corrispondenza di ciascuno dei due svincoli e per lo scavalco ferroviario all'altezza dello svincolo di Pescariello, oltre che da alcune opere d'arte minori, quali quelle di sostegno e regimentazione idraulica. L'Anas, inoltre, ha ottemperato ad una serie di prescrizioni di carattere ambientale imposte dalla Regione, poiché l'opera ricade nel Parco nazionale dell'Alta Murgia, e pertanto è stata stralciata la realizzazione di alcune complanari al fine di non produrre un ulteriore consumo di territorio".

"Questa grande opera di ammodernamento infrastrutturale - aggiunge l'on. Ventricelli - si sta, dunque, concretizzando. Con benefici per la sicurezza e per le esigenze di chi percorre la strada statale 96 che, voglio ricordarlo, è anche la strada di ingresso per Matera2019, capitale europea della cultura. Ci sono altri cantieri in atto in cui si lavora celermente. L'unica nota stonata è la strozzatura di Mellitto, fra i km 94 e 99. L'intervento è stato parzialmente eseguito ma, purtroppo, è noto che si sta per andare al ri-appalto. Nelle prossime settimane avrò un cronoprogramma aggiornato dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti su questo ulteriore tassello che non deve inficiare il grande lavoro che si sta producendo da parte di tutti gli enti coinvolti, in un importante esempio di collaborazione fra istituzioni e soprattutto da parte dei cittadini che con pazienza sopportano gli inevitabili disagi alla circolazione stradale".

Sull'argomento è intervenuto anche il consigliere regionale Enzo Colonna. "Questa mattina - si legge in una nota del consigliere - è stato aperto alla circolazione l’intero primo tratto a quattro corsie della S.S. 96 Altamura-Bari, interessata dai lavori di ammodernamento e raddoppio. Si tratta di quasi 12 chilometri di strada che vanno dalla fine della variante di Altamura all’inizio di quella di Toritto, realizzati in 3 anni e mezzo dalla consegna dei lavori alle imprese esecutrici.

Un primo importante obiettivo infrastrutturale è stato dunque raggiunto, un risultato che consente finalmente di porre termine a una parte rilevante dei disagi per le migliaia di lavoratori, imprenditori, professionisti, impiegati, studenti che, con mezzi privati e pubblici, percorrono la statale ogni giorno.

L’ammodernamento e raddoppio della strada statale 96 (Barese) rappresentano un’opera strategica di rilevante importanza che, al termine dei lavori, consentirà di circolare in condizioni di maggiore sicurezza e abbreviare i tempi di percorrenza di una delle principali arterie stradali pugliesi, che congiunge il territorio barese con quello lucano.

Un’opera attesa da tanti anni dalle popolazioni dei centri abitati delle aree interne dell’Area Metropolitana di Bari come pure dagli abitanti dello stesso capoluogo e del territorio della Basilicata. Il completamento dei lavori sull’asse stradale con la realizzazione del raccordo con la statale 99, risulta altresì decisivo, in vista dell’appuntamento con Matera Capitale europea della Cultura 2019.

Ringrazio per questo primo importante traguardo tutti i lavoratori e le imprese impegnati, i tecnici della direzione lavori e, per la determinazione dimostrata, i responsabili del Coordinamento Territoriale Adriatica dell'Anas, in particolare i responsabili e tecnici del settore "progettazione e realizzazione lavori", con i quali, sin dall’avvio del mio mandato, ho avuto un costante e proficuo dialogo. Ora si prosegua con la stessa determinazione per completare, il prima possibile, gli altri lotti interessati dai lavori".


Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette