Il piano formativo, avviato a novembre 2017, è finanziato grazie all’utilizzo delle risorse derivanti dal fondo interprofessionale FONCOOP

Formazione per i dipendenti della Bcc di Santeramo

Il programma formativo, definito e fortemente voluto dalla Direzione della BCC di Santeramo, e portato avanti da IFOA mira all'aggiornamento delle competenze professionali di addetti al pubblico e responsabili di filiale

Attualità
Altamura martedì 13 marzo 2018
di La Redazione
Formazione per i dipendenti della Bcc di Santeramo
Formazione per i dipendenti della Bcc di Santeramo © Bcc di Santeramo

In questi giorni presso la Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle c’è un continuo via vai di personale delle varie sedi, impegnati in un importante corso tenuto da Max Formisano e Davide Tambone, entrambi formatori di primordine che hanno l’obiettivo da un lato di favorire i processi di cambiamento in atto (di cui è interessato il sistema bancario del credito cooperativo per effetto della nuova riforma) e dall’altro per far emergere il loro potenziale umano.

Il piano formativo è stato avviato a novembre 2017 con i primi due corsi per l’adeguamento del personale dipendente interessato dalle novità introdotte attraverso la recente Direttiva MIFID II (operativa dal 3 gennaio 2018). Ora è la volta dei responsabili di filiale e degli addetti che operano a contatto della clientela. Il piano verrà concluso con lo svolgimento del modulo “Trasparenza Bancaria” a settembre 2018.

L’importante programma formativo è stato possibile grazie all’utilizzo delle risorse derivanti dal fondo interprofessionale FONCOOP, che ha finanziato il progetto dal titolo “B.C.C. Formazione in Banca per la Crescita delle Competenze”.

Il piano formativo è stato definito e fortemente voluto dalla Direzione della Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle - ed in particolar modo dal presidente dott. Costante Leone - mentre è stato presentato e realizzato grazie alla collaborazione con l’Ente di Formazione IFOA (Istituto Formazione Operatori Aziendali) che ha favorito l’utilizzo del fondo FONCOOP e condiviso l’intero piano formativo, valutando i formatori coinvolti.

Lascia il tuo commento
commenti