Zes adriatica, approvato dalla giunta regionale il piano strategico

Zes adriatica, approvato dalla giunta regionale il piano strategico

Opportunità per Altamura inserita nella zona speciale adriatica.

Attualità
Altamura mercoledì 08 agosto 2018
di La Redazione
Zes Adriatica
Zes Adriatica © corrieredelmezzogiorno.corriere.it

La Giunta regionale ha approvato, in fase di applicazione della legge n. 123/2017 di conversione del D.L. 91/2017, articoli 4 e 5, i Piani di Sviluppo Strategico per la costituzione delle Zone Economiche Speciali "Adriatica" e "Jonica", con le relative perimetrazioni delle aree interessate.

Nella ZES Adriatica che comprende una vasta area di circa 2669 ettari sono state riammesse le città di Altamura e Gravina, inizialmente escluse nel mese di luglio, in quanto si necessitava di rimodulare i confini delle aree che traggono vantaggi ricollegabili all'istituzione di macroaree geografiche collegate a zone portuali.
La Regione ha promosso la creazione di questa ZES come strumento per facilitare l’attrazione di investimenti diretti, promuovere la crescita della competitività delle imprese, l’incremento delle esportazioni, la creazione di nuovi posti di lavoro e il più generale rafforzamento del tessuto produttivo.

L'intero territorio, Modugno, Bitonto, Altamura, Gravina e Santeramo, insieme alla zona industriale di Bari Modugno è stato inserito nella ZES Adriatica insieme ai quattro i poli che già precedentemente ne facevano parte: Foggia (con una estensione di circa 400 ettari), Barletta (con una estensione di circa 320 ettari), Brindisi/Lecce (con una estensione di circa 1350 ettari) e Bari (con una estensione di circa 600 ettari).

Lascia il tuo commento
commenti