Smaltimento illegale di rifiuti speciali, proseguono le indagini

Smaltimento illegale di rifiuti speciali, proseguono le indagini

I rifiuti sono risultati provenienti dalle vasche di decantazione di un’attività di autolavaggio self service che ha sede a Corato di cui era socio il proprietario del terreno oggetto di accertamento.

Cronaca
Altamura lunedì 14 maggio 2018
di La Redazione
Smaltimento illegale di rifiuti speciali, proseguono le indagini
Smaltimento illegale di rifiuti speciali, proseguono le indagini © n.c.

Proseguono le indagini relative allo smaltimento illegale di rifiuti speciali costituiti da fanghi provenienti da un autolavaggio e abbandonati all’interno di un terreno agricolo coltivato a frutteto.

I controlli effettuati dai militari della stazione Carabinieri Forestali Parco di Ruvo stanno interessando terreni in agro di Corato, nei pressi della “Masseria Piarulli” che, si precisa, è del tutto estranea ai fatti. I militari hanno ispezionato un fondo chiuso e recintato, coltivato a ciliegio, ed hanno riscontrato la presenza di alcuni cumuli di materiale fangoso di colore grigio.

L’area posta sotto sequestro è ora oggetto di ulteriori accertamenti tecnici finalizzati a verificare l’eventuale contaminazione di suolo e falda.

Ad operare oltre ai militari di Ruvo di Puglia anche i tecnici dell’Arpa Puglia impegnati in numerosi sopralluoghi e prelievi di campioni che saranno analizzati dai preposti lavoratori regionali.

I rifiuti sono risultati provenienti dalle vasche di decantazione di un’attività di autolavaggio self service con sede a Corato di cui era socio accomandatario il proprietario del terreno oggetto di accertamento.

Lascia il tuo commento
commenti