Via Capruzzi

Taglio stipendi direttori Asl, no del Consiglio regionale

Approvata deroga alla riduzione dei compensi. Contrario il Movimento 5 Stelle

Politica
Altamura mercoledì 22 novembre 2017
di La Redazione
Consiglio regionale della Puglia
Consiglio regionale della Puglia © n.c.

Direttori generali, amministrativi e sanitari delle aziende e degli enti del servizio sanitario regionale non subiranno la decurtazione del 10% dei compensi, già stabilita per tutti gli altri direttori generali.

Lo ha deciso a maggioranza il Consiglio regionale, approvando la deroga alla riduzione dei compensi. Contro ha votato il Movimento 5 stelle.

In Puglia la decurtazione del 10% fissata nel 2011 si andò a sommare con la riduzione del 20%, prevista dalla legge del 2008, determinando per i dirigenti generali un trattamento economico di 111.555 euro (al lordo) e per i direttori sanitari e amministrativi di 89.244 euro, inferiore rispetto agli stipendi delle figure apicali della dirigenza medica e amministrativa.

La decurtazione continuerà a essere applicata per gli emolumenti delle altre figure apicali di aziende e enti regionali, oltre che delle società interamente partecipate dalla Regione.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette