l “Movimento 24 Agosto Equità Territoriale” sosterrà alle elezioni regionali in Puglia Anna Lillo

L’endorsement dell’autore di “Terroni” in favore di Anna Lillo

La candidata altamurana di Italia in Comune sostenuta da Pino Aprile

Politica
Altamura venerdì 18 settembre 2020
di La Redazione
L’endorsement dell’autore di “Terroni” in favore di Anna Lillo
L’endorsement dell’autore di “Terroni” in favore di Anna Lillo © Movimento 24 Agosto Equità Territoriale

Il “Movimento 24 Agosto Equità Territoriale” sosterrà alle elezioni regionali in Puglia Anna Lillo candidata con Italia in Comune schierata con Michele Emiliano.

«In Puglia c’è una candidata interessantissima, perché ha fatto la battaglia legale allo Stato che ha sottratto le risorse della perequazione ai comuni del sud. (…) Hanno truccato le carte e al sud invece di dare quanto spettava hanno dato meno del 50%. Hanno dato il 45,8%. Scoperto questo, alcuni comuni hanno fatto i ricorsi (…). Bene, a fare questo in Puglia è stata una giovane avvocatessa “cazzutissima” che ha vinto. Quindi i comuni che hanno potuto usare il suo lavoro hanno ricevuto i soldi che gli erano stati rubati. E volete che noi ci dimentichiamo di questo?! No. Non ce ne dimentichiamo. E quindi i nostri in Puglia in quella circoscrizione voteranno lei».

A fare queste affermazioni in una diretta FaceBook è stato il giornalista e scrittore Pino Aprile, l’autore del best seller “Terroni”.

Pino Aprile è il faro di riferimento del “Movimento 24 Agosto” che si è formato da un anno e non è presente a queste consultazioni elettorali. Tuttavia nelle regioni in cui si vota – in quelle del sud in particolare – sostiene quei candidati che concretamente hanno assunto temi e comportamenti in linea con gli obbiettivi del suo movimento. Il metodo è semplice dice Aprile: «Fammi vedere quello che hai fatto, le tue azioni parlano di te, il resto non mi interessa (…) Devo dire che ci sono candidature di gente che ha combattuto con noi le nostre stesse battaglie pur non appartenendo al nostro movimento. Ha sostenuto i nostri stessi valori, per l’equità territoriale, contro le discriminazioni nord-sud. E noi ce la siamo ritrovata accanto. Mica ce ne siamo dimenticati. Adesso che si va a votare noi ce lo ricordiamo.». Il riferimento è anche alla “missione a Roma”, presso il ministero per il Sud, per bloccare l’autonomia differenziata, avamposto per il federalismo fiscale che impoverirebbe ulteriormente ancora le regioni del Sud. Lo scorso anno infatti, insieme al giornalista Marco Esposito (l’autore del libro denuncia “Zero al Sud”) all’economista Gianfranco Viesti e a esponenti di “Italia in Comune” e del “Movimento 24 Agosto”, Anna Lillo fece parte di quel piccolo drappello che riuscì a bloccare quel disegno oltraggioso per dignità dei cittadini del Sud,incontrando il ministro Boccia e il ministro Provenzano. Anna Lillo lo ricorda benissimo quel drammatico momento: «Riuscimmo in sostanza a fermare quella che viene definita la pietra tombale per i cittadini del Sud Italia»

L’endorsement dell’autore di “Terroni” è pertanto il riconoscimento del caparbio lavoro svolto dalla candidata altamurana che non a caso ha nel proprio manifesto elettorale lo slogan “competente e terrona”.

Lascia il tuo commento
commenti