Il comunicato

Accesso a internet, Paolicelli: "Fondi abbonamenti a famiglie e cittadini piu deboli"

Puglia: Pd presenta pdl per l'accesso a internet. Paolicelli,"fondi abbonamenti a famiglie e cittadini piu deboli"

Attualità
Altamura venerdì 16 aprile 2021
di La Redazione
Accesso a internet, Paolicelli:
Accesso a internet, Paolicelli: "Fondi abbonamenti a famiglie e cittadini piu deboli" © web

Garantire l'accesso a internet attraverso fondi da destinare alle fasce più deboli della popolazione. È l'obiettivo della proposta di legge presentata in Consiglio regionale dal consigliere Francesco Paolicelli, presidente IV commissione consiliare - delega Commercio, Artigianato, Turismo e Industria Alberghiera e dal capogruppo del Partito democratico, Filippo Caracciolo. "Con questa proposta di legge intendiamo dare a tutti i cittadini le stesse opportunità per superare il cosiddetto divario digitale. Divario che oggi, nel 2021, non deve più esistere. Per questo è fondamentale che siano le istituzioni a rimuovere gli ostacoli che limitano le libertà di ciascuno, come è espresso
nell'articolo 3 della nostra Carta costituzionale", commenta Paolicelli.
"Il progetto di legge - precisa una nota - pone al centro l'erogazione di contributi, per un importo complessivo di 500mila euro che rientrano nel bilancio di previsione annuale 2021 e pluriennale 2021-2023, utili al pagamento di abbonamenti a internet. Fondi da assegnare attraverso bandi pubblici direttamente a famiglie o singoli cittadini che non possono permetterselo per ragioni economiche o perché risiedono in zone a bassa diffusione di banda larga, e per questo sono più esposti al rischio esclusione digitale".
"Poter accedere a un dispositivo tecnologico spesso non basta. E quest'anno di pandemia ce lo ha dimostrato - sottolinea Paolicelli - servono conoscenza e consapevolezza dei vantaggi che dalla rete stessa possono derivare. Pensiamo alla capacità che offre di mettere in connessione persone lontane, alle varie forme di apprendimento sperimentate in questo ultimo anni o alla possibilità di cercare e/o offrire lavoro. Tuttavia, è necessario conoscere l'altra faccia della rete, quella che viene definita "il lato oscuro".

Lascia il tuo commento
commenti