"Precari don't stop", 270 infermieri precari della Asl Bari senza lavoro

″Precari don't stop″, 270 infermieri precari della Asl Bari senza lavoro

L'On Nunzio Angiola denuncia la "disparità dei trattamento" da parte della Regione Puglia rispetto alle diverse Asl.

Attualità
Altamura giovedì 01 novembre 2018
di La Redazione
Infermieri.
Infermieri. © n.c.

On.Nunzio Angiola, parlamentare del Movimento 5 Stelle e Segretario “Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione” ha scritto alla nostra Redazione per denunciare la situazione di “circa 270 infermieri precari della Asl Bari – che dal 31 ottobre - sono senza lavoro. "Precari don't stop", così si fanno chiamare, che dopo essere stati usati come tappa buchi per coprire ferie estive, doppi turni, reperibilità, non si sono visti rinnovare il contratto a differenza delle altre Asl pugliesi e ospedali della regione Puglia.”

Angiola interroga il Presidente della Regione Puglia MIchele Emiliano in merito alla disparità di trattamento nonostante gli ospedali pugliesi siano al collasso “e non riescono a garantire l'assistenza ai pazienti e la turnistica nei reparti d'emergenza, pronto soccorso, 118”. Pare che lo stesso Emiliano, più volte interpellato, abbia annunciato la possibilità di un concorso a primavera.

“Esprimo profonda delusione – scrive Angiola - per l’incapacità di coordinamento delle azioni delle risorse umane da parte della Regione Puglia che ha anche disatteso gli accordi presi con le parti sociali alla presenza dei direttori generali delle ASL. Una pubblica amministrazione che agisce con imparzialità ed efficienza, come vuole la Costituzione, non può vedere quote significative di propri impiegati sotto la ghigliottina dei contratti a termine. Credo che ci sia il pericolo di un uso strumentale delle stabilizzazioni, in vista delle elezioni”. Ricordando che “nel nostro Paese norme penali che puniscono il voto di scambio.”

Lascia il tuo commento
commenti