Fal, oggi riapre a Matera nuova stazione progettata dall'architetto Boeri

Fal, oggi riapre a Matera nuova stazione progettata dall'architetto Boeri

La nuova stazione sarà il biglietto da visita per i turisti di Matera 2019 capitale della cultura.

Attualità
Altamura sabato 19 gennaio 2019
di La Redazione
Fal, oggi riapre a Matera nuova stazione progettata dall'architetto Boeri.
Fal, oggi riapre a Matera nuova stazione progettata dall'architetto Boeri. © Fal

“Un miracolo frutto di virtuosa sinergia tra Istituzioni”. Così è stata universalmente definita la nuova stazione Fal di Matera centrale da coloro che sono intervenuti ieri mattina alla conferenza stampa per la riapertura al pubblico che avverrà domani, al termine della prima fase dei lavori di realizzazione dell’opera progettata dall’architetto Stefano Boeri.

Da oggi riapre anche la linea ferroviaria urbana di Matera, chiusa a luglio scorso in concomitanza con l’inizio dei lavori a Matera centrale, con una novità: una nuova fermata a Matera Serra Rifusa, dove Fal ha realizzato un terminal/parcheggio di interscambio da 350 posti auto e 30 posti per bus turistici che funzionerà anch’esso da domani. Fino a fine marzo sarà gratuito per le auto, mentre i bus pagheranno 30€ per le prime 6 ore e 50€ per tutto il giorno.

“Siamo orgogliosi di aver mantenuto fede agli impegni sul cronoprogramma dei lavori iniziati appena 6 mesi fa – ha detto il Presidente di Ferrovie Appulo Lucane, Avv. Rosario Almiento - Questa giornata dimostra che la collaborazione tra gli Enti è fondamentale per raggiungere qualsiasi risultato. L’apertura, domani, dell’anno che vede Matera Capitale europea della Cultura, appartiene anche a Fal, al suo Consiglio di Amministrazione, alla Direzione, a tutti i lavoratori e i dipendenti dell’Azienda. Matera ci appartiene perché, di concerto con le Istituzioni locali, vogliamo garantire una mobilità sempre migliore per i cittadini e per tutti coloro che verranno a visitare la Città”.

Una “scommessa vinta” l’ha definita il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri: “Si è realizzato l’impossibile – ha aggiunto – Questa stazione, che si integrerà nel Parco Urbano che il Comune realizzerà, è una speranza per il futuro e diventa uno snodo fondamentale del servizio urbano metropolitano svolto da Fal”.

Il Direttore Generale di Fal, Matteo Colamussi, ha ringraziato il coordinatore nominato dal Governo per gli interventi di Matera 2019, Salvo Nastasi, il Consiglio d’Amministrazione di Fal, insediatosi a settembre “ma che ha fortemente creduto nei progetti dando continuità al nostro impegno”, la Regione Basilicata che, tramite il PO FESR 2014-2020, ha finanziato l’opera con 7 milioni di euro. “Questa non è solo una stazione – ha aggiunto Colamussi – ma anche un’opera di riqualificazione urbana ed una traccia culturale che vogliamo lasciare alla Città di Matera. Il ‘miracolo’ della riapertura al pubblico al termine della prima fase di lavori, durata appena sei mesi, è stato possibile perché le Istituzioni hanno collaborato tra loro con lealtà e senza pregiudizi. Abbiamo voluto anche realizzare una riqualificazione light/green della parte di Piazza antistante la stazione ospitando una mostra fotografica che racconta il rapporto tra il cantiere e la Città. L’impegno di Fal per Matera è sempre maggiore: domani apriamo anche il parcheggio/terminal intermodale realizzato a Serra Rifusa tramite un accordo con il Comune di Matera e stiamo lavorando per prolungare la linea ferroviaria fino all’ospedale: nel 2020 Fal avrà 6 fermate nell’area urbana di Matera, configurandosi come un vero e proprio servizio di metropolitana leggera”.

L’assessore regionale alla mobilità, Carmine Castelgrande ha parlato di “sintesi perfetta tra Istituzioni e di esempio virtuoso di utilizzo di fondi pubblici”.

SCHEDA TECNICA

Matera centrale: sabato 19 gennaio riapre la Stazione Fal di Matera centrale, al termine della prima fase dei lavori. Nonostante le pessime condizioni meteo dell’ultimo periodo e grazie al superlavoro del management e delle maestranze, è stato rispettato il cronoprogramma su cui l’Azienda aveva assunto impegni con cittadini ed Istituzioni ed in base al quale fin dal principio era stato previsto che la realizzazione dell’opera progettata dall’architetto Stefano Boeri, avvenisse in due fasi (la prima, iniziata a luglio scorso, si è appena conclusa - garantendo l’accessibilità dei passeggeri - la seconda si concluderà a maggio 2019).

La nuova stazione sarà il biglietto da visita per i turisti di Matera 2019 capitale della cultura, ma negli anni successivi resterà un’opera architettonica ed una infrastruttura che Fal ha realizzato con l’obiettivo di lasciare una traccia culturale, green ma soprattutto accessibile.

Una volta completata, la nuova stazione sarà uno spazio pubblico fruibile da cittadini e viaggiatori con all’esterno una grande pensilina illuminata da luci cangianti. Nel solaio della copertura della vecchia stazione è stata realizzata una grande apertura consentendo areazione ed illuminazione.

L’opera è finanziata con 7 milioni di euro a valere su PO FESR Basilicata 2014 – 2020.

Piazza Visitazione (Matera centrale) allestimento temporaneo e mostra fotografica: sempre con l’ausilio dell’architetto Stefano Boeri, Fal ha realizzato una riqualificazione light/green del piazzale antistante la stazione con la piantumazione in vasi di N. 18 alberi, un’area gioco per bambini, la realizzazione di una passerella/banchina atta a favorire l’entrata e l’uscita dall’ingresso provvisorio di stazione. In quest’area Fal ha inteso ospitare una mostra fotografica con 20 opere realizzate dal fotografo Antonio Ottomanelli perdescrivere con immagini artistiche il rapporto tra il cantiere e la città, ma anche la complessità delle fasi di realizzazione e la eccezionalità delle tecniche di costruzione. La resterà aperta fino al termine ultimo dei lavori e, naturalmente, l’ingresso è gratuito.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette