Contributi ai Comuni per concorsi progettazione, ecco la graduatoria

Contributi ai Comuni per concorsi di idee e progettazione, ecco la graduatoria

La Regione ha destinato 150 mila euro per sostenere le amministrazioni pubbliche nell'espletamento dei concorsi di idee e di progettazione finalizzati ad acquisire idee e progetti.

Attualità
Altamura venerdì 15 febbraio 2019
di La Redazione
Concorso di idee.
Concorso di idee. © N.c.

"Pubblicata pochi giorni fa, nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, la graduatoria relativa all'avviso, adottato lo scorso agosto, con cui la Regione ha destinato 150 mila euro per sostenere le amministrazioni pubbliche nell'espletamento dei concorsi di idee e di progettazione finalizzati ad acquisire idee e progetti diretti a migliorare la qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio". Lo scrive il consigliere regionale Enzo Colonna in un comunicato stampa.

"L’iniziativa - si legge nella nota - ha dato seguito, per il secondo anno consecutivo, a una misura inserita – con un mio emendamento – nella legge di stabilità regionale per il 2017 (art. 23 della l.r. 40/2016), con la quale ho inteso dare finalmente attuazione all’articolo 9 della legge regionale n. 14/2008 (“Misure a sostegno della qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio”), una norma che valorizza proprio lo strumento del concorso al fine di realizzare interventi di trasformazione del territorio di grande valore urbanistico e architettonico, così da assicurare qualità dell’ambiente urbano e rurale, incentivando progettazioni di qualità, ecosostenibili e partecipate.
In base alle risorse disponibili, delle 6 candidature pervenute, sono state ammesse a finanziamento quelle dei primi 4 Comuni collocati in graduatoria e in particolare:
1) Taranto - Rigenerare Porta Napoli, nodo urbano strategico della città di Taranto (€ 50.000);
2) Bisceglie - Intervento di riqualificazione del paesaggio urbano di transizione tra il borgo antico e la litoranea di levante (€ 49.000);
3) Santeramo in Colle - Interventi correlati di qualificazione urbana e architettonica (€ 36.000);
4) Castellaneta - Riqualificazione e valorizzazione di Castellaneta Marina, con particolare riferimento alle aree costiere prossime al confine amministrativo di Ginosa, nel tratto fra il Lido “El Patio” e la spiaggia attrezzata “L’Angolino” (€ 15.000). Queste quattro iniziative comunali si aggiungono così a quelle finanziate nel 2018, nella precedente edizione della stessa misura, che ha visto il riconoscimento del contributo regionale ai comuni di Patù, Canosa, Motta Montecorvino, Noci e Bari (quest’ultimo promotore di un concorso internazionale di idee "Bari Costasud" per la riqualificazione dell'area costiera e periferica a sud-est della città, di cui da poco sono stati resi noti gli esiti).
Sono estremamente soddisfatto per l’esito di questa iniziativa, ispirata principalmente da due ordini di motivi, per me fondamentali:
- l’importanza di rilanciare il tema della bellezza, nelle sue diverse declinazioni culturali e sociali, una chiave fondamentale per ritrovare idee e forza necessarie per guardare con ottimismo al futuro. Cultura e bellezza sono gli elementi necessari di ogni trasformazione del nostro territorio e sono le possibili leve su cui costruire il nostro sviluppo, perché in esse si racchiudono il meglio della nostra identità e della nostra storia, e al contempo una chiave per immaginare un altro futuro.
- La necessità di muovere intelligenze, sensibilità e attenzioni, nonché di orientare gli investimenti intorno a un’idea di paesaggio/comunità, sintesi di beni ambientali, storici, architettonici e artistici, di beni materiali e immateriali, di ricerca, innovazione e di sapere artigiano, di esperienza, cultura e nuove energie. In tal senso, la norma regionale di riferimento ha inteso favorire il coinvolgimento e il contributo di idee innovative da parte dei giovani professionisti.
Grazie allo stanziamento di risorse previsto dalla suddetta norma di bilancio (che copre il triennio 2017-2019), questa iniziativa sarà riproposta anche per l’anno in corso. Invito perciò le amministrazioni pubbliche pugliesi a cogliere questa opportunità e immaginare interventi da realizzarsi nei propri territori attraverso i concorsi di idee e di progettazione, un efficace strumento previsto dal Codice degli appalti pubblici (decreto legislativo n. 50/2016).
Ringrazio l’Assessore all'Assetto del Territorio, Alfonso Pisicchio e la Sezione regionale “Tutela e Valorizzazione del Paesaggio”, diretta dall’Ing. Barbara Loconsole, per il lavoro svolto".

Lascia il tuo commento
commenti