Federicus 2019: Altamura ritorna medievale con un tuffo ne “Li Agi”

Federicus 2019: Altamura ritorna medievale con un tuffo ne “Li Agi”

Durante la Conferenza stampa sono state presentate le novità che carattrizzeranno l’VIII^ edizione di Federicus- Festa medievale, dal 25 al 28 aprile 2019.

Attualità
Altamura martedì 02 aprile 2019
di La Redazione
Federicus 2019: Altamura ritorna medievale con un tuffo ne “Li Agi
Federicus 2019: Altamura ritorna medievale con un tuffo ne “Li Agi". © Federicus

Si è svolta domenica 31 marzo in Comune, presso a Sala Consiliare di Altamura, con la partecipazione di un nutrito numero di cittadini altamurani affezionati e in trepida attesa delle novità, la conferenza stampa di apertura dell’VIII^ edizione di Federicus2019 dedicata a “Li Agi”. Presente un vasto parter di autorità e politici, tra cui gli On. Rossano Sasso e Angela Masi, il Cosigliere regionale Enzo Colonna, il dir. del dipartimento turistico e cultura della Regione Puglia, Aldo Patruno, che ha portato i saluti dell’ass. regionale Loredana Capone, il dir. del Parco dell’Alta Murgia Mimmo Nicoletti, assessori e consiglieri del Comune di Altamura e alcune personalità di spicco della città, tra cui Elena Silvana Saponaro, alla guida del Museo Archeologico di Altamura, Gerardo Centoducati, direttore del Consorzio della lenticchia di Altamura IGP e Pietro Colonna, presidente della Proloco di Altamura.Il loro unanime plauso verso l’intera organizzazione della AC Fortis Murgia ed il riconoscimento dellastraordinaria macchina, qual è Federicus, di valorizzazione e promozione della città di Altamura e dell’intero territorio murgiano, ad alto valore culturale, economico e turistico. Un brand da non sottovalutare, non più,e da sostenere come istituzioni che guardano alla crescita del territorio. “Siamo insieme a voi, sui tavoli tecnici, per l’organizzazione di Federicus, dalla sicurezza alla logistica dei residentie degli ospiti che arriveranno” – ha dichiarato la sindaca Rosa Melodia, presente tra i relatori della mattinata, alla quale è stato consegnato un dono-ricordo, simbolo della manifestazione che quest’anno raffigura “Li Agi”. Dopo i saluti del presidente dell’AC Fortis Murgia, Carlo Camicia, la dirigenza ha presentato il nuovo Piano sicurezza a cui sta lavorando l’ing. Pietro Di Palo e quello della comunicazionee del marketing sotto la direzione di Beppe Piccininni. A presentare le novità di Piazza Duomo e Piazza Matteotti, Felice Griesi, che rientra in Fortis dopo un periodo di assenza.

Apprezzamento unanime, dunque, per il forum culturale dal titolo “Stupor. Mese della cultura federiciana” a cura del neo gruppo di lavoro Federicult, guidato dalla prof.ssa Caterina Colonna, che ha messo insieme per questa edizione più di 40 eventi, tra convegni, mostre, concerti che porteranno ad Altamura nomi importanti, accademici e non, molti dei quali a livello nazionale. Eventi cominciati il 15 marzo e che continueranno fino al 28 aprile, promossi dall’associazione federiciana e da enti partners sul territorio come Proloco, Teatro Mercadante, Museo Archeologico Nazionale di Altamura. Tra le altre collaborazionipreviste in questa edizione, la Fondazione Federico II di Iesi e quella dell’Arte della Seta Lisio di Firenze.

A presentare il Programma generale di Federicus 2019, il direttore artistico Alessandro Martello. Un progetto ambizioso e a dir poco sorprendente, articolato nelle sue proposte elaborate in sintonia con il tema di questa edizione, che sono appunto “Li Agi” alla corte di Federico II.

Tra le novità che saranno messe in campo durante la festa di Federicus prevista per i giorni dal 25 al 28 aprile, Martello ha ricordato la prima edizione della partita a scacchi vivente prevista per venerdì 26 aprile, che andrà a rievocare quello che era uno dei giochi preferiti da Federico II di Svevia. Una novità ancora più eclatante, riguarda proprio il Corteo storico dell’Imperatore, quello notturno, che si terrà sabato 27 a partire dallo Stadio D’Angelo alle ore 19.30 con l’arrivo in piazza in tarda ora, la prima volta nella storia della kermesse, con animazioni che riprendono giochi di luce e di fuoco. Inoltre, saranno più di 30 compagnie di spettacolo provenienti dalla Puglia e non solo, ad animare la festa per le strade e nelle piazze e durante i cortei.

Con il tema de “Li Agi” Piazza Duomo e Piazza Matteotti si vestono di allegorie con allesstimenti ad hoc, rispettivamente di una vigna in piazza, riprendendo un vecchio detto atamurano, accerchiata da locande dell’epoca all’insegna del bere e del magiar bene e un grande muro medievale con la presenza di acqua e di ghirlande della natura che rappresentano il simbolo dell’agio e della felicità, per cercare di dare il massimo alla suggestione che rievoca il tema dell’edizione in corso, a cura delle Imprese Altamurane, che in ogni edizione spendono gra parte del loro tempo per proporre un Palco sempre diverso e maestoso. Per l’occasione è stato presentato lo spot Federicus 2019 che andrà in onda sull’emittenti locali e regionali,firmato Granvarietà. mentre aconquistare la platea dei presenti al suo passaggio in sala il Globo Imperiale, realizzato dai f.lli Moramarco, con un dispendio di energie e di materiali preziosi; un pezzo davvero unico e raro, assemblato a mano con un ricamo di filigrana finissima e arricchito con una serie di gemme e pietre di diverso genere.

In una mattanata ricca di emozioni, non poteva mancare l’incontro ravvicinato con il nuovo Imperatore che animerà l’VIII^ edizione, Nicola Calia, altamurano doc, scelto dal direttore artistico Alessandro Martello e dallo scenografo-costumista Franco Damiano. Unanimi i presenti nel ritenerlo abbastanza corrispondente ai due requisiti standard di Federico II, che sono i colori teutonici, rosso e biondo-rame, che ricordano il nonno paterno Federico I, detto il Barbarossa,e la statura ”di media altezza” riportata negli scritti dell’epoca. Il nuovo imperatore sfilerà insieme alla sua amata Bianca Lancia, di cui non si conosce ancora il nome, ma che sarà designata attraverso il sorteggio pubblico tra le finaliste del Consorso “Biancalancia sei tu 2019” che si terrà la sera del 25 aprile in Piazza Matteotti. Attesissimo anche il Palio di San Marco, conteso quest’anno per la prima volta dalle squadre altamuraneche si sfideranno anche quelle di alcune città italiane.

Ce né per tutti. Basterà entrare in città per respirare il fascino antico di una storiache ritorna a vivere. il divertimento è assicurato.Squillino le chiarine, dunque, affinché abbia inizio il count down che porterà alla festa, immersi ne “Li Agi” di Federicus, edizione 2019

Lascia il tuo commento
commenti