"Giornata dell'Europa", importante serata a Gravina il prossimo 21 maggio

"Giornata dell'Europa", importante serata a Gravina il prossimo 21 maggio

La serata, presentata dalla prof.ssa Elisabetta Rubini, si terrà il prossimo 21 maggio a Gravina in Puglia, alle ore 20, presso il Cinema Sidion.

Attualità
Altamura giovedì 16 maggio 2019
di La Redazione
"Giornata dell'Europa", importante serata a Gravina il prossimo 21 maggio. © n.c.

La Giornata dell'Europa celebra il giorno in cui ebbe inizio nel 1950 il processo di integrazione europea. La serata, presentata dalla prof.ssa Elisabetta Rubini, si terrà il prossimo 21 maggio a Gravina in Puglia, alle ore 20, presso il Cinema Sidion.

Lo spettacolo pone in evidenza i percorsi extracurricolari di approfondimento e di sostegno alle competenze di base oltre che l’acquisizione di strumenti tecnologici aggiornati per la promozione di una didattica più moderna ed efficace, realizzati dal Liceo Tarantino attraverso i fondi europei PON di tipo FSE e FESR, a guida del Dirigente Scolastico, prof. Berardo Guglielmi, e del DSGA, dott.ssa Giuseppina Meliddo.

I percorsi implementati quest’anno con la guida delle figure di sistema, prof.ssa Angela Francesca Mirizzi (docente facilitatore) e prof.ssa Celestina Ida Papangelo (docente referente per la valutazione), hanno coinvolto un totale di almeno 300 studenti, una trentina di docenti interni ed esperti esterni e, con il supporto naturalmente di varie figure interne (personale ATA, di segreteria e tecnici di laboratorio), sono stati portati a termine le misure legate alle competenze di base, tra cui moduli di Scienze Naturali per una migliore conoscenza delle risorse presenti nel nostro territorio, moduli per migliorare le conoscenze dei metodi matematici, moduli per il rinforzo delle lingue straniere e moduli per andare alla scoperta dei segreti della Lingua Italiana; oltre che quattro moduli a sostegno dei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, dando ai ragazzi opportunità concrete di incontro con il mondo del lavoro. Infine i fondi FESR hanno permesso di attrezzare un moderno ambiente di tecnologiemusicali, arricchendo in generale anche la dotazione informatica dell’istituto a disposizione dell’intero Liceo, e di arricchire il parco degli strumenti musicali favorendo una didattica più efficace e creando maggiori opportunità nella costruzione di una orchestra d’istituto che ormai rappresenta una realtà sempre più consolidata della nostra scuola. Il video che sarà presentato nella serata del 21, realizzato dal prof. Francesco Quercia, racconterà tutto questo e di più. Per la grafica del manifesto e dell’invito si ringrazia il prof. Raffaele Popolizio.

NOTE RELATIVE ALLO SPETTACOLO

Nell’ambito del modulo PON - L’attualità dei testi letterari, per un totale di 30 ore, è stato realizzato lo spettacolo teatrale “IO SONO UN UOMO”, dramma liberamente tratto da “Il Rinoceronte” di Eugene Ionesco e da “Il mito di Sisifo” di Albert Camus, per la regia della prof.ssa Filomena Caso e coordinamento della prof.ssa Maria Priore. Lo spettacolo, impreziosito da alcune note vibranti eseguite dal vivo con lastrumentazione in dotazione delLiceo musicale, sotto la supervisione del prof. Giovanni Leonetti, vede la partecipazione di ben 32 studenti del triennio provenienti da diversi indirizzi di studio. La scenografia, eseguita con il contributo tecnico-artistico del prof. Sergio Giordano, riserverà delle sorprese allo spettatore coinvolto nel vortice dell’assurdità del dramma.

NOTE RELATIVE AL LABORATORIO

Il modulo, attraverso la metodologia laboratoriale, di per sé forte agente di socializzazione e soprattutto di scoperta di se stessi e degli altri, ha rafforzato le competenze di lettura, analisi e interpretazione di un testo letterario, ha generato negli studenti una maggiore consapevolezza della storicità della produzione culturale e ha consolidato la capacità di informarsi su argomenti di stretta attualità, inoltre si è rivelato una guida alla sperimentazione delle potenzialità individuali e sociali, alla fiducia interpersonale, all’incremento e sperimentazione delle capacità comunicative.

NOTE TEMATICHE - SINOSSI

É una luminosa domenica mattina quando Bérenger vede passare per le strade della città un rinoceronte in carica: è in atto una sorta di epidemia che trasforma tutti gli abitanti. Bérenger pur assistendo alle continue metamorfosi, non cesserà di cercare un senso e una verità nella vita, sarà l’unico a lottare contro il conformismo, la perdita della propria individualità e l’imbecillità che si insinuano nella sua/nostra esistenza. La figura del rinoceronte infatti rappresenta la barbarità latente che risiede nel cuore dell'uomo e l'assurdità dell'universo: un'immagine brutale e violenta che serve per dare un'immediata percezione del caos, del non-senso che governa le nostre esistenze.

Bérenger, tratteggiato come una sorta di “anti-eroe” nel primo atto, sconfitto dalla vita, intorpidito dall’alcool, nel corso della vicenda prende graduale coscienza di sé e della sua statura umana. Riuscirà a resistere alla metamorfosi...o cadrà nel vortice dell'assurdità? L’interpretazione del personaggio è stata affidata a tre attori diversi in modo da apprezzarne l’evoluzione lungo il corso degli eventi, fino alla tragica conclusione. Ionesco con la sua “favola in cui gli uomini abdicano alla propria umanità” ci invita a riflettere: contro l’insensatezza del mondo l’uomo può e deve avere il coraggio di reagire levando la sua voce, la sua protesta contro l’ingiustizia, l’intolleranza, l’oppressione, la morte dell’Uomo.

Laprospettiva donatrice di senso èconfermata dal mito di Sisifo nell’interpretazione di Albert Camus, inserita come controcanto al dramma. Il mitico personaggio condannato dal destino a sospingere in cima ad un monte un macigno, che poi ogni volta ricade giù, obbligandolo a ripetere inutilmente il suo sforzo, diviene emblema dell’assurdo che nasce dal confronto fra il richiamo umano e il silenzio irragionevole del mondo. Eppure la riflessione iniziata all’insegna del nichilismo, si conclude con un inno alla vita: «Bisogna immaginare Sisifo felice.»,di fronte all’irrazionale l’uomo sente in sé un desiderio di felicità e di ragione “nella profondità dell’inverno, ho imparato alla fine che dentro di me c’è un’estate invincibile”.

ATTUALITA’ DEL DRAMMA

Davanti all’alienazione e alla solitudine dell’uomo contemporaneo, davanti alla crisi e all’angoscia derivante dalla totale impossibilità di comprensione, a causa di un linguaggio che si frantuma e perde il suo potenziale di comunicazione,Ionesco e Camus ci indicano la strada verso una felicità possibile: l’assunzione consapevole su di sé del proprio destino, il riappropriarsi dignitoso della propria umanità, contro la logica bestiale dell’ideologia massificante.

Ionesco e Camus restano una porta socchiusa per chiunque abbia il coraggio di aprire gli occhi.

INTERPRETI IN ORDINE ALFABETICO

Adone Maria…………………………....Padrona del caffè

Aliano Angelita………………………...Interprete II del mito

Balducci Alessandro…………………...Vecchio Signore

Barbara Sabrina………………………...Segretaria/Interprete IV del mito

Bellino Giuseppe ……………………….Percussionista

Coscia Adriana………………………... .Interprete IV del mito

D'ecclesiis Sara………………………....Artista/ Interprete V del mito

D'Erario Domingo………………………Berenger II

Deveteris Simone……………………….Berenger I

Digiesi Dalila…………………………...Artista/ Interprete III del mito

Erriquez Maria Ceriaca………………....Signora Boeuf

Garruti Alessandra……………………...Casalinga

Giacchetta Sara…………………………Droghiera

Giglio Agostino………………………....Droghiere

Laddaga Nicola…………………………Artista/Pompiere

Loglisci Rocco…………………………..Cantante

Lombardi Elena………………………...Imbianchino/Interprete V del mito

Manfredi Simona………………………...Interprete II del mito

Mastrodonato Nicolangelo………………Fidanzato/Pompiere

Moretti Mariacristina……………………Signora

Murgese Angela…………………………Daisy

Pappalardi Elisabetta………………….…Dudard

Petrafesa Stefania………………………. Interprete I-V del mito

Saluzzi Adriana………………………….Cameriera/Cantante

Tedesco Carmen………………………… Interprete IV del mito

Tota Michele……………………………..Filosofo

Trionfo Fineo Gennaro………………..…Jean

Tucci Grazia…………………………….. Interprete III del mito

Valente Filippa…………………………..Signora

Varvara Mariagrazia……………………..Botard

Visci Federica……………………………Papillon

Visci Nicolas…………………………….Berenger III

Video finale a cura di Sara Giacchetta.

NOTE RELATIVE AGLI SPONSOR DELLO SPETTACOLO

Lombardi, caffetteria - pasticceria; Cosemefer, ItalianOrganicCereal; Zagariello, Tabaccheria; Ford, Manfredi; Caporalcereali; Distribuzione Bevande di Moliterni Raffaele e f.lli

Service a cura Stones Lab, via Canale d’Alonzo13/A - Gravina in Puglia

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette