Dehors, l'esito dell'incontro pubblico

Dehors, l'esito dell'incontro pubblico

Confronto con tecnici, esercenti ed associazioni. Il prossimo passaggio è una seconda Conferenza di servizi.

Attualità
Altamura mercoledì 29 maggio 2019
di La Redazione
Dehors, esito dell'incontro pubblico
Dehors, esito dell'incontro pubblico © Comune di Altamura

Si è tenuto questa mattina, presso la Sala Consiliare del Comune di Altamura, il secondo incontro aperto alle associazioni di categoria, alle attività commerciali e artigianali del settore alimentare, alle associazioni professionali di geometri, architetti ed ingegneri, ai consulenti sanitari, alle associazioni di interesse, per illustrare il regolamento dei dehors, elaborato in I Commissione (Urbanistica), di concerto con gli uffici competenti, sottoposto ad unprimo incontro in Conferenza di servizi, con le relative osservazioni poste dalla Soprintendenza.

Sono intervenuti la Presidente Maria Carmela Longo ed i consiglieri di I Commissione (Anna Lillo, Pietro Mascolo, Vito Menzulli, Raffaele Difonzo e Nunzio Monitillo), l'Assessora al Bilancio ed alle Attività Produttive Teresa Pellegrino e la Sindaca Rosa Melodia.

La Presidente della I Commissione ha presentato la bozza non definitiva del regolamento dei dehors, nonché tutti i lavori espletati e le risultanze derivate dalla Conferenza dei servizi. Ha sottolineato l'importanza di avere una disciplina che tuteli sia il decoro urbano dell'intera città, con particolare attenzione al centro storico, sia gli interessi delle attività commerciali.

L'Assessora Pellegrino specifica inoltre, che per corso Federico II, piazza Duomo, centro storico e mura megalitiche, le autorizzazioni per i dehors sono di competenza esclusiva della Soprintendenza. Dunque, l'assenza dei tavolini che è stata contestata nei giorni scorsi, non è dipesa dall'Amministrazione Comunale, anche se la stessa si è impegnata per una risoluzione della problematica, come di fatto è avvenuto.

La Sindaca di Altamura Rosa Melodia ha ribadito che l'obiettivo è quello di provvedere con un'unica richiesta di autorizzazione a tutti gli adempimenti necessari, snellendo le procedure burocratiche.

Dopo un confronto con i presenti (esercenti, associazioni di categoria e di interesse, tecnici e consulenti) il prossimo passaggio è una seconda Conferenza di servizi con l'intento di raggiungere l'intesa con la Soprintendenza sugli ultimi due aspetti sui quali non si è ancora raggiunta (aspetto temporale ed elementi strutturali), in modo da procedere in tempi brevi all'approvazione del regolamento in Consiglio comunale.

Lascia il tuo commento
commenti