Scuola

Libri di testo, Uds: «Un bando inefficace, la Regione Puglia è contro gli studenti»

«Una misura - scrive in una nota l'Unione degli Studenti -, non rispondente ai bisogni degli studenti e delle studentesse pugliesi e distante dalle linee guida definite in sede di discussione con la Regione Puglia»

Attualità
Altamura mercoledì 25 settembre 2019
di La Redazione
libri di testo
libri di testo © n. c.

Critiche da parte degli studenti pugliesi al bando della Regione Puglia sulla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo scolastici per le famiglie con ISEE pari o inferiore a €10.632,54.

“Dopo più di un anno di tavoli di confronto, l’approvazione in Giunta regionale di linee di indirizzo riportanti la necessità di estendere tale misura e numerose promesse fatte a mezzo stampa e durante i vari incontri, il bando regionale per la fornitura dei libri di testo è rimasto pressoché invariato rispetto a quello dello scorso anno - dichiara Davide Lavermicocca, Coordinatore dell’Unione degli Studenti Puglia - Sebbene valutiamo positivamente l’esistenza di un bando regionale per il comodato d’uso gratuito dei libri di testo come strumento di contrasto alle barriere d’accesso all’istruzione, consideriamo questa misura inefficace, non rispondente ai bisogni degli studenti e delle studentesse pugliesi e distante dalle linee guida definite in sede di discussione con la Regione Puglia”.

“Il Presidente Michele Emiliano e l’Assessore Sebastiano Leo non prevedendo nel bando un allargamento della platea dei beneficiari, l’utilizzo di fondi regionali o comunitari e tempi di presentazione delle domande congrui ad un’adeguata diffusione del bando - continua il Coordinatore del sindacato studentesco - dimostrano di non voler incidere sulla problematica situazione pugliese, una Regione tra le più povere dell’area UE, con il 18,7% di dispersione scolastica, il 60% di povertà relativa e dove il caro libri per uno studente iscritto al primo anno di scuola superiore ammonta a più di 1.000€ (522€ per gli studenti iscritti agli anni successivi)”.

“Pretendiamo l’immediato ripristino della convocazione dei tavoli di discussione e la pubblicazione di un bando integrativo che allarghi la platea dei beneficiari ed allunghi i tempi di presentazione delle domande. Non siamo disposti ad accettare che, ancora una volta, siano gli studenti a pagare gli effetti della crisi economica e che non venga garantito a tutti l’accesso alla formazione: le proposte a favore degli studenti e delle studentesse presentate a seguito delle mobilitazioni studentesche di quest’anno non possono restare ancora inascoltate” conclude Lavermicocca.

«Abbiamo attivato - informa l'UDS - un servizio di soccorso agli studenti e alle studentesse che presenteranno domanda per usufruire del servizio. Per ricevere assistenza immediata nella compilazione delle domande è possibile rivolgersi ai nostri canali di comunicazione, scrivere a info@udspuglia.it o chiamare il 3393522127. Per contrastare il fenomeno del caro libri e pretendere l’immediata approvazione di misure nazionali, regionali e locali efficaci, nei prossimi mesi attiveremo mercatini del libro usato in tutto il territorio regionale».

Lascia il tuo commento
commenti