Grande evento di Poltrona Frau ad Altamura. Questa sera presso Interni il designer Roberto Palomba

Grande evento Poltrona Frau questa sera ad Altamura. Presso "Interni" il designer Roberto Palomba

Interni - 1980 Home Philosophy​, seduti davanti al pubblico, l'amministratore delegato di Poltrona Frau, Nicola Coropulis e l'architetto e designer Roberto Palomba si confrontano sull'evoluzione dei valori fondanti del marchio.

Attualità
Altamura martedì 01 ottobre 2019
di Antonio Ferrante
L'architetto e designer Roberto Palomba.
L'architetto e designer Roberto Palomba. © n.c.

Nell'ambito del tema ispiratore del 2019, Connecting Experiences, Poltrona Frau promuove un ciclo di tre incontri sotto forma di conversazione. Seduti davanti al pubblico, l'amministratore delegato di Poltrona Frau, Nicola Coropulis e l'architetto e designer Roberto Palomba si confrontano sull'evoluzione dei valori fondanti del marchio in un contesto contemporaneo e rivolto al futuro.

Si parte quest'oggi con l'incontro-evento di Altamura, a partire dalle ore 19, presso lo showroom Interni - 1980 Home Philosophy, in via Antonio De Curtis, 2 (alle spalle della stazione ferroviaria).

Un'occasione per approfondire attraverso la voce dell'azienda e di uno dei suoi più importanti collaboratori il ruolo di Poltrona Frau nello scenario internazionale del design. Nicola Coropulis e Roberto Palomba raccontano "dall'interno" il pensiero di un'azienda capace di evolversi senza snaturare se stessa, un'impresa che, per citare lo stesso Coropulis, "propone valori trasversali coerenti, durevoli e comuni a più generazioni, progettando mobili e complementi d'arredo fatti per essere vissuti e non solo ammirati". Poltrona Frau sceglie di non seguire l'edonismo, lo status symbol, la fruizione puramente estetica, visiva, privilegiando invece l'aspetto tattile, vissuto, "tridimensionale" di ogni singolo pezzo. "Experience vs. Hedonism", come lo definisce Roberto Palomba.

La chiacchierata a due voci tocca temi attuali e contrasta in modo quasi provocatorio lo spirito dei tempi, quando tutto sembra effimero, virtuale e soggetto ad essere consumato nello spazio di un like. Quale ruolo può avere il design nell'era digitale? Come interpretare la contemporaneità? Come fare tesoro dell'eredità di un marchio storico legato a certi valori senza rifugiarsi nella nostalgia vintage o cadere nella trappola delle tendenze usa-e-getta? La risposta sta forse nella sottile differenza tra emozione e sentimento, tra impressione fugace e affinità consapevole e profonda a un design che ci rispecchi davvero, che sappia farsi interprete dei bisogni (e perché no, anche dei sogni) di oggi.

Solo se risponde a quest'ambizione un mobile resta eternamente contemporaneo, capace di parlarci ora e negli anni a venire. Diventa cioè un'icona, proprio come le Icone Poltrona Frau.

Lascia il tuo commento
commenti