La casa editrice altamurana LAB edizioni pubblica il libro "Borghi Fragili"

La casa editrice altamurana LAB edizioni pubblica il libro "Borghi Fragili"

Il libro è a cura di Mario Saponaro e Mariangela Turchiarulo ​e raccoglie testimonianze e suggestioni delle due precedenti edizioni de "I Borghi del Mediterraneo".​

Attualità
Altamura martedì 29 ottobre 2019
di La Redazione
La casa editrice altamurana LAB edizioni pubblica il libro
La casa editrice altamurana LAB edizioni pubblica il libro "Borghi Fragili" © altamuralive

La casa editrice altamurana LAB edizioni (marchio dell'agenzia di comunicazione di Altamura 2Round) diretta da Antonio Ferrante e Vito Cappiello ha pubblicato il libro "Borghi Fragili", presentato in anteprima lo scorso 20 ottobre presso la biblioteca comunale di Cisternino. Il libro è a cura di Mario Saponaro e Mariangela Turchiarulo e raccoglie testimonianze e suggestioni delle due precedenti edizioni de "I Borghi del Mediterraneo".

La fragilità é la consapevolezza di dover continuare a dare forza a un percorso, quello intrapreso da I Borghi Piu' Belli D'Italia con la settima Conferenza Internazionale dei Borghi del Mediterraneo. Mario Saponaro e Mariangela Turchiarulo hanno presentato "Borghi fragili", raccolta critica degli esiti della quinta e sesta edizione della Conferenza Internazionale dei Borghi del Mediterraneo.

“In tutto il mondo", ha dichiarato Mario Saponaro, neo-eletto Presidente de I Borghi più belli d'Italia per la Puglia e assessore comunale di Cisternino, "i Comuni che costruiscono bellezza si stanno unendo per costruire futuro, soprattutto per le nuove generazioni”.

“Questo libro - ha aggiunto - è il frutto di tanta fatica, ma anche di tantissimo entusiasmo. Ci sono le testimonianze e le riflessioni di un cammino che sta andando avanti. L'obiettivo è ridurre le fragilità dei borghi, consolidare un percorso che migliori la qualità della vita e le opportunità delle nostre comunità".


"Mi sono sempre occupata di architettura e paesaggi del Mediterraneo - ha spiegato Mariangela Turchiarulo, professore aggregato in Progettazione architettonica presso il Dipartimento DICAR del Politecnico di Bari e coordinatrice scientifica della Conferenza - Per noi architetti la conoscenza passa dal contatto diretto con le diverse culture. Nell'area mediterranea, in tanti Paesi diversi, sono stata accolta con un'ospitalità straordinaria".

Lascia il tuo commento
commenti