Il Pane di Altamura DOP presente ad Arezzo durante la rielezione di Decaro a Presidente ANCI

Il Pane di Altamura DOP presente ad Arezzo durante la rielezione di Decaro a Presidente ANCI

La Puglia era presente all'evento anche con il Pane di Altamura DOP dell'azienda Biscò di Luigi Picerno, la sindaca di Altamura, Rosa Melodia e Marica Longo, referente ANCI Comune di Altamura.

Attualità
Altamura venerdì 22 novembre 2019
di La Redazione
Il Pane di Altamura DOP presente ad Arezzo durante la rielezione di Decaro a Presidente ANCI
Il Pane di Altamura DOP presente ad Arezzo durante la rielezione di Decaro a Presidente ANCI © n.c.

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, è stato confermato presidente dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani. La sua rielezione, a tre anni dalla prima investitura a Bari nel 2016, è avvenuta per acclamazione nel corso della XIX assemblea congressuale dell’Anci presso il Centro Fiera e Congressi di Arezzo. La Puglia era presente all'evento anche con il Pane di Altamura DOP dell'azienda Biscò di Luigi Picerno, la sindaca di Altamura, Rosa Melodia e Marica Longo, direttivo regionale ANCI.

Luigi Picerno riveste anche la carica di presidente del Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Pane di Altamura Dop, di presidente regionale agroalimentare CNA e vice-presidente nazionale agroalimentare di CNA.

“Voglio ringraziare tutti i sindaci e gli amministratori per la fiducia che mi è stata rinnovata oggi – ha dichiarato Decaro dal palco qualche minuto dopo l’elezione -. Mi impegnerò dal primo all’ultimo giorno per non deluderla e per portare avanti le sfide che ci attendono. Lavoreremo insieme per le nostre comunità, per i nostri cittadini e per rendere questo Paese un posto più giusto e più bello dove vivere. Voglio ringraziare tutti gli amministratori che ho conosciuto e con cui ho lavorato in questi tre anni, per me è stato un onore condividere con loro battaglie importanti che abbiamo portato avanti e che in alcuni casi meritano ancora i nostri sforzi. In questi tre anni – continua Decaro – ho imparato che l’Italia si racconta attraverso gli occhi, il lavoro e la passione dei suoi amministratori locali. E attraverso questo impegno, le esperienze che facciamo, ogni giorno, a contatto con i nostri concittadini, abbiamo potuto condividere alcune questioni importanti che hanno caratterizzato il lavoro dell’Associazione in questi anni. Penso alla legge sui Piccoli comuni che oggi necessita di una dotazione finanziaria, alla proposta di legge sull’introduzione dell’educazione alla cittadinanza nelle scuole, ai fondi per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma, agli investimenti sulle periferie su cui abbiamo fatto una battaglia determinante per il futuro del nostro Paese, tutti insieme, tutti dalla stessa parte, senza distinzioni di provenienza geografica o politica. Perché l’Anci non è e non sarà mai un partito né avrà mai un colore politico. Perché all’Anci un colore non basta – ha concluso il neopresidente Decaro -. Noi sindaci di colori ne abbiamo tre: il verde, il bianco e il rosso, i colori della fascia tricolore che indossiamo con orgoglio e che rappresenta le nostre comunità”.

Lascia il tuo commento
commenti