Questo appuntamento rappresenta l’atto conclusivo di un processo di concertazione che da tre anni vede coinvolti diversi soggetti

Nasce il Distretto Agroecologico delle Murge e del Bradano

L’Assemblea Costituente è convocata il 10 febbraio prossimo nella sede della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi a Gravina di Puglia alle 19.00.​

Attualità
Altamura sabato 08 febbraio 2020
di La Redazione
Nasce il Distretto Agroecologico delle Murge e del Bradano
Nasce il Distretto Agroecologico delle Murge e del Bradano © Mirella Campochiaro

Sovranità alimentare dei popoli, mercato democratico, filiera etica, sostenibilità ambientale, salubrità e sicurezza alimentare, prodotti a Km.0, partecipazione dei cittadini alla formulazione delle politiche del cibo e alla certificazione dei prodotti, redditi equi per i produttori agricoli e per i lavoratori, agroecologia quale metodo e filosofia di strutturazione del territorio rurale, economia civile, sussidiarietà circolare, realizzazione del bene comune: queste le parole chiave che qualificano il progetto di Distretto Agroecologico delle Murge e del Bradano.

Il progetto raccoglie e intende rilanciare, in ottica di sviluppo territoriale, la sfida che l’ONU ha lanciato con Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità.

A darne notizia è il costituendo Distretto in una nota pervenuta in Redazione.

«Criterio guida e ispiratore nella costruzione del progetto di Distretto - si legge nella nota - è la partecipazione democratica e collaborativa non solo del mondo delle imprese agricole e alimentari ma anche della società civile, costituita da associazioni operanti nel settore del welfare, dell’istruzione, della ristorazione, del consumo, della ricerca, della cultura, della religione, dell’informazione e delle istituzioni pubbliche secondo il modello della sussidiarietà circolare. Altro elemento distintivo e innovativo del Distretto è costituito dalla sua territorialità che è delineata secondo principi di continuità legati alle tradizioni, alla vocazione economica, alla geografia, alla storia della popolazione, piuttosto che da principi di mera appartenenza a circoscrizioni amministrative. Per questa ragione il progetto di Distretto nasce con l’inclusione dei territori delle Murge Appulo-Lucane e del Bradano che ne rappresentano un unicum coerente ed inscindibile. Per attivare il processo di costruzione di un modello di distretto sarà costituito in forma giuridica il Comitato Promotore».

L’Assemblea Costituente è convocata il 10 febbraio prossimo nella sede della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi a Gravina di Puglia alle 19.00.

Questo appuntamento rappresenta l’atto conclusivo di un processo di concertazione che da tre anni vede coinvolti diversi soggetti quali: l’Associazione AltragricolturaBIO e Altragricoltura, il Movimento Liberi Agricoltori, l’Associazione Rete per la Terra, la Confconsumatori di Gravina e la Confconsumatori di Altamura, l’Università degli Studi di Bari – Aldo Moro, la Diocesi di Altamura, Gravina in Puglia e Acquaviva delle Fonti, la Soc. Coop. L’Associazione Cuochi e Pasticceri della BAT, la Fondazione Ettore Pomarici Santomasi, la coop. Agricola Silvium, il Consorzio della Lenticchia di Altamura IGP, l’Associazione Ri-puliamoci, l’Ordine dei dottori agronomi e forestali della provincia di Bari, nonché L'Officina GBS Soc. Coop. e S.A.GE.CO. Sant’Ambrogio General Contractor oltre a numerose aziende agricole e privati cittadini.

Il Comitato intende mettere insieme tutte quelle imprese, associazioni e istituzioni, del territorio che liberamente condividano gli obiettivi del progetto e ne vogliano attuare i contenuti.

Per info: email prodistrettoagroecologico@gmail.com | tel. 3283393834 - 330535085

Lascia il tuo commento
commenti