I percorsi formativi sono partiti a giugno 2019 e alcuni sono in corso di svolgimento

Mi formo e Lavoro, pronti i pagamenti per i corsi finanziati dalla Regione

L'intera operazione – ferma restando la presenza di tutta la documentazione necessaria – dovrebbe concludersi entro la fine di febbraio.

Attualità
Altamura lunedì 10 febbraio 2020
di La Redazione
L'assessore regionale all'Istruzione, alla Formazione e al Lavoro, Sebastiano Leo
L'assessore regionale all'Istruzione, alla Formazione e al Lavoro, Sebastiano Leo © Trm

Pronti i pagamenti per i corsi di "Mi Formo e Lavoro".

In questa settimana, infatti, saranno liquidati i pagamenti per 109 corsi di formazione professionalizzante finanziati grazie al bando regionale.

Questi pagamenti si aggiungono ai 29 corsi per i quali i pagamenti risulterebbero già liquidati. In totale sono stati erogati 363 corsi a cui hanno partecipato 3.584 disoccupati.

I percorsi formativi sono partiti a giugno 2019 e alcuni sono in corso di svolgimento.

«Da tempo gli uffici, unitamente ad una task force voluta dall'assessore all'Istruzione, alla Formazione, al Lavoro, Sebastiano Leo, stanno lavorando sulle istanze e questa attività ha come risultato la corposa tornata di pagamenti in programma. Uno sforzo notevole perché il processo di controllo è reso molto complicato dalle numerose richieste di integrazioni (per la precisione 223 in relazione a 363 corsi erogati) che la Regione, per garantire il regolare utilizzo dei Fondi Strutturali e non incorrere in sanzioni da parte degli Organi comunitari, ha dovuto formalizzare» - si legge a riguardo in una nota pubblicata sul sito dell’ente regionale.

L'intera operazione – ferma restando la presenza di tutta la documentazione necessaria – dovrebbe concludersi entro la fine di febbraio.

«Abbiamo lavorato – afferma l’assessore regionale Leo - senza risparmio di forze e per questo ringrazio gli uffici che hanno dovuto affrontare una notevole mole di lavoro per garantire trasparenza e correttezza delle procedure. Abbiamo fatto il dovuto e anche di più perché consapevoli dell'importanza di queste misure – penso anche a Garanzie Giovani che ha prodotto un'altissima percentuale di occupazione – che sono una opportunità importante per il futuro professionale dei pugliesi. Con la liquidazione di ulteriori 109 corsi abbiamo centrato l'obiettivo di saldare il dovuto agli aventi diritto, ma entro la fine del mese chiuderemo tutta la partita».

Negli ultimi tempi, visti i ritardi, la polemica sui pagamenti ancora non eseguiti era ritornata a “galla”.

«Settemila disoccupati pugliesi che hanno aderito al bando "Mi formo e lavoro" attendono da mesi di ricevere l'indennità di presenza. Si tratta di una circostanza molto, molto grave perché sono cittadini che hanno investito il loro tempo e le loro speranze di poter essere reinseriti nel mondo del lavoro. Speranze vergognosamente tradite dalla Regione Puglia. Perciò, chiedo con un’urgenza al presidente Emiliano dove siano finiti i finanziamenti regionali e perché non vengono erogati» - affermava nei giorni scorsi il consigliere regionale di Forza Italia, Nino Marmo.

«Dal 2019 – ha affermato Marmo - migliaia di persone hanno scelto di inserirsi in questo lodevole percorso predisposto dalla Regione Puglia, che prevedeva corsi di formazione professionale retribuiti con un gettone di presenza. A questo periodo formativo sarebbero dovuti seguire alcuni mesi di "accompagnamento al lavoro", cioè di inserimento all'interno di aziende che richiedevano personale da formare ed eventualmente assumere. E, invece, non si è visto proprio nulla e da oltre sette mesi i disoccupati attendono i soldi previsti, che avrebbero rappresentato una boccata d’ossigeno per le loro esigenze di vita».

«Non solo: abbiamo contezza anche della situazione tragica in cui sono stati messi gli enti di formazione che hanno erogato il servizio. La Regione Puglia sta mettendo in ginocchio anche loro: nessun pagamento è stato ancora eseguito. Allora, è davvero mortificante che le legittime aspettative di migliaia di persone vengano tradite dalla pessima guida di Michele Emiliano, che irrora il terreno di promesse e le calpesta sulla pelle dei cittadini. Un’altra pessima pagina politica scritta dalla sua amministrazione» - concludeva in una nota Marmo.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette