L'associazione di categoria chiede interventi per il settore florovivaistico e lattiero – caseario

Coronavirus. Coldiretti Puglia: «Liberare risorse per aiutare agricoltori e allevatori»

La proposta è stata avanzata al tavolo regionale riunitosi nella giornata di ieri

Attualità
Altamura martedì 24 marzo 2020
di La Redazione
Coronavirus. Coldiretti Puglia: «Liberare risorse per aiutare agricoltori e allevatori»
Coronavirus. Coldiretti Puglia: «Liberare risorse per aiutare agricoltori e allevatori» © n.d.

Liberare risorse del bilancio vincolato della Regione Puglia per aiutare concretamente agricoltori e allevatori in questo momento di criticità causato dall’emergenza Coronavirus.

Questa è stata la proposta avanzata da Coldiretti Puglia al tavolo regionale riunitosi nella giornata di ieri. “Soprattutto per i due settori florovivaistico e lattiero – caseario servono misure dirette e straordinarie di sostegno, perché sono i due segmenti dell’economia agricola maggiormente colpiti dalla crisi”, ha detto il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia.

“Per il comparto del florovivaismo abbiamo predisposto un’autocertificazione per la quantificazione del danno, considerato che le imprese, oltre alle mancate vendite e alla perdita del prodotto per la sua estrema deperibilità, devono accollarsi anche i costi dello smaltimento”, ha aggiunto il presidente Muraglia.

“Per il settore lattiero – caseario sono necessarie nell’immediato garanzie per il ritiro e per la composizione del prezzo, per il pagamento del latte ai produttori e altre forme di sostegno, oltre allo stoccaggio pubblico e privato. Urgente l’avvio tempestivo, grazie alla cabina di regia della Regione Puglia, di accordi ad hoc con la Grande Distribuzione Organizzata affinché prediliga gli approvvigionamenti sugli scaffali di mozzarelle e formaggi freschi e stagionati fatti con il latte pugliese al posto di quelli ottenuti da cagliate straniere, salumi prodotti con la carne dei nostri allevamenti, frutta e verdura pugliese, pesce ed extravergine Made in Puglia al 100%, facendo appello al senso di responsabilità di ogni anello della catena per fermare le speculazioni in atto sulla domanda di prodotti agricoli e alimentari”.

Richieste da Coldiretti anche forme di promozione e di sostegno alla campagna #MangiaItaliano - #MangiaPugliese per sensibilizzare all’acquisto di prodotti agricoli e agroalimentari del territorio per dare il vitale sostegno all’economia, al lavoro ed alla Puglia produttiva in questo momento di difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus.

Per tutte le aziende agricole è necessaria l’attivazione tempestiva delle misure della semplificazione amministrativa – ha aggiunto Coldiretti Puglia che ha anche inviato una lettera di richieste alla Regione - valorizzando la sussidiarietà tra enti territoriali e lo sblocco di tutti i pagamenti di competenza regionale.

“La Regione Puglia deve farsi autorevole portavoce affinché il Ministero delle Politiche Agricole, della Salute e degli Affari Internazionali rendano disponibili al più presto i nomi delle imprese che importano latte e i quantitativi di prodotto importato, utilizzato per fare mozzarelle e formaggi freschi e stagionati da rivendere sotto la copertura di marchi pugliesi”, ha rinnovato l’appello il direttore regionale, Pietro Piccioni, al presidente della regione Puglia Emiliano.

Per questo la Coldiretti ha già allertato tutte la rete organizzativa a livello nazionale, con uffici provinciali e locali, per monitorare gli attacchi contro le stalle, attivando una casella di posta elettronica sos.speculatoricoranavirus@coldiretti.it per raccogliere informazioni e segnalazioni sulla base delle quali agire a livello giudiziario se non verranno fornite adeguate motivazioni.

Lascia il tuo commento
commenti