La novità

Dalla Regione via libera al trasporto non di linea

Il provvedimento riguarda gruppi di lavoratori che condividono lo stesso luogo di lavoro e pazienti che condividono gli stessi ambienti assistenziali

Attualità
Altamura giovedì 25 giugno 2020
di La Redazione
Dalla Regione via libera al trasporto non di linea
Dalla Regione via libera al trasporto non di linea © n.c.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato l’ordinanza n.266 con disposizioni in materia di trasporto non di linea - noleggio con conducente per i servizi atipici.

Con decorrenza immediata e sino al 14 luglio (fermo restando l’obbligo vigente sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente la distanza di sicurezza, per le attività di trasporto per i servizi non di linea, fermo restando il rispetto di tutte le altre prescrizioni contenute nel protocollo di settore sottoscritto il 20 marzo 2020, allegato 14 al D.P.C.M. 11 giugno 2020 - nonché di quanto prescritto nelle Linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del covid-19 in materia di trasporto pubblico, allegato 15 al D.P.C.M. 11 giugno 2020) è consentito il trasporto di gruppi di lavoratori che comunemente condividono lo stesso luogo di lavoro e si muovono su predefinite relazioni casa-lavoro, nonché il trasporto di gruppi di pazienti che condividono gli stessi ambienti assistenziali e si muovono su predefinite relazioni casa-strutture di assistenza, riducendo la distanza interpersonale a bordo, ai fini di un maggiore indice di riempimento dei mezzi, nei limiti di quanto consentito dalla carta di circolazione.

I servizi dovranno rispettare le seguenti regole: uso delle protezioni delle vie respiratorie; divieto di far salire a bordo soggetti con febbre (temperatura superiore a 37,5 C°) o sintomi respiratori; garanzia dell’apertura dei finestrini o di altre prese d’aria naturale per il ricambio dell’aria; esclusione del posizionamento dei passeggeri c.d. faccia a faccia, evitando comunque che vengano occupati posti vicino al conducente.

Lascia il tuo commento
commenti