Emergenza sanitaria

Vaccini anti-Covid, Asl Bari: «Oltre 14mila somministrazioni nelle ultime 48 ore»

Entro il 30 aprile saranno concluse in anticipo le vaccinazioni per i soggetti 70 – 79 anni

Cronaca
Altamura mercoledì 14 aprile 2021
di La Redazione
Vaccini anti-Covid
Vaccini anti-Covid © n.c.

Oltre 14mila vaccinazioni nelle ultime 48 ore:  corre spedita la campagna vaccinale della ASL Bari che entro il 30 aprile concluderà in anticipo le somministrazioni in favore dei soggetti della fascia di età compresa fra i 70 e i 79 anni. 

Data la aumentata capacità vaccinale delle sedi ASL, i cittadini di 70 – 79 anni non fragili che risultano prenotati dal 3 maggio in poi hanno la possibilità di anticipare la vaccinazione sempre nella stessa sede nella settimana compresa fra il 19 e il 25 aprile. E’ sufficiente visionare la data anticipata nuova attraverso gli stessi canali della adesione: Farmacup, portale della Regione Puglia (https://lapugliativaccina.regione.puglia.it/)   e numero verde regionale (800.71.39.31).

La macchina organizzativa della ASL ha messo in campo tutte le forze a disposizione e l’intera fornitura di vaccini, tanto da registrare una percentuale di somministrazioni pari al 99 per cento. A confermare la rapidità delle procedure sono i dati raccolti quotidianamente dal sistema di controllo e di gestione a supporto del Nucleo aziendale operativo vaccini: fra il 12 e il 13 aprile sono stati eseguiti nel dettaglio 14.858 vaccinazioni attraverso la rete degli hub di popolazione, dei centri distrettuali in sinergia con i medici di Medicina generale e degli ambulatori ospedalieri, in favore delle categorie prioritarie previste dal piano strategico regionale.

Stiamo bruciando le tappe per assicurare il maggior numero di immunizzazioni – spiega il dg Antonio Sanguedolce – abbiamo dato un’accelerata decisiva alle vaccinazioni attestandoci su una media quotidiana di somministrazioni che rispettano a pieno le indicazioni della struttura commissariale nazionale”.

Oltre ai cittadini che si sono già prenotati, è aperta da oggi la vaccinazione con Astrazeneca dei cittadini senza fragilità alla doppia annualità dei nati nel 1944 e 1945, quindi dei 77enni e 76enni. Si prosegue in questo ordine decrescente di età: giovedì 15 aprile: 75enni e 74enni; venerdì 16 aprile: 73enni e 72enni; sabato 17 aprile: 71enni e 70enni; domenica 20 aprile: 69enni. Si va avanti sino ad esaurimento dei vaccini disponibili.

Resta sempre confermato l’appuntamento per chi ha effettuato l’adesione sul sistema “La Puglia ti vaccina”, che avrà un accesso prioritario nei giorni e nella fascia oraria programmati.

Intanto in Puglia, ad oggi, restano solo 18mila dosi del vaccino anti Covid Pfizer e 20mila di Moderna ma c'è buona disponibilità per Astrazeneca con 111mila disponibili. Il dato è stato diffuso, stamane, dal Ministero della Salute. Nel pomeriggio dovrebbero giungere nella regione altre 94mila dosi di Pfizer. Per quanto riguarda questo vaccino è stato utilizzato, in Puglia, il 97% delle dosi giunte in regione.

Per Moderna, destinato in questa fase alle somministrazioni da parte dei medici di famiglia, è stato somministrato il 75% del totale ricevuto, percentuale che scende al 60% per Astrazeneca. Il complessivo dei vaccini utilizzati in Puglia raggiunge l'85% delle dosi assegnate. Nella giornata di ieri il governatore Michele Emiliano ha scritto al commissario, il generale Figliuolo, chiedendo di anticipare l'invio delle dosi Pfizer per non rischiare di dover stoppare la campagna vaccinale riservata agli over 80 disabili, fragili e vulnerabili.

Lascia il tuo commento
commenti