Ipotesi di allestire all’interno dell’Ospedale della Murgia "Fabio Perinei"

Paolicelli:"No allarmismi su emergenza sanitaria. Ipotesi allestimento Area Covid presso il Perinei"

Parla il neo Consigliere Regionale, Francesco Paolicelli

Cronaca
Altamura giovedì 15 ottobre 2020
di La Redazione
L ospedale della murgia Fabio Perinei.
L ospedale della murgia Fabio Perinei. © altamuralive

No allarmismi su emergenza sanitaria. Creare contatto costante tra Asl e Comune per informare cittadini. Parla il neo Consigliere Regionale, Francesco Paolicelli.

"Sono in costante aggiornamento con la direzione generale della ASL Bari che sta solo valutando in queste ore l’ipotesi di allestire all’interno dell’Ospedale della Murgia "Fabio Perinei" un’area grigia per pazienti Covid, in attesa di essere trasferiti in uno dei centri individuati dalla rete regionale ospedaliera per l’emergenza sanitaria. Tale decisione non è ancora stata presa e, pertanto, ogni comunicazione deve essere fatta con attenzione e soprattutto dobbiamo garantire che tutti i servizi sanitari continuino senza ledere la salute dei nostri concittadini.

Creare allarmismi e instaurare un clima da campagna elettorale perenne su temi delicati come quelli dell'emergenza sanitaria che il Paese e anche la nostra regione stanno vivendo credo sia un atteggiamento da irresponsabili. Inutile dire che tali annunci, sulla popolazione Altamurana, che in questo momento sta attraversando una situazione fortemente delicata sono ancora più gravi.
E’ mio interesse portare all’attenzione della ASL le questioni riferite alla gestione sanitaria del territorio e dell'ospedale della Murgia e soprattutto di coinvolgere in maniera diretta e costante le autorità locali in modo che la comunicazione nei confronti della popolazione e del personale sanitario sia sempre aggiornata e non sia in balia degli annunci appannaggio della politica.
In questo clima di grande preoccupazione ciò che assolutamente dobbiamo evitare è che i cittadini o gli operatori sanitari siano lasciati nell'incertezza o peggio siano bersaglio di informazioni sbagliate."

Lascia il tuo commento
commenti