Il bollettino della Regione

Coronavirus, mai così tanti contagi in Puglia: oggi sono 485

Sono 178 in provincia di Bari. C'è anche un decesso. Lopalco: «L’elevato numero dei casi di oggi è sostenuto anche dall’aumento consistente dei positivi in provincia di Taranto»

Cronaca
Altamura giovedì 22 ottobre 2020
di La Redazione
Tampone
Tampone © n.c.

Oggi, giovedì 22 ottobre, in Puglia sono stati registrati 5.651 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 485 casi positivi: 178 in provincia di Bari, 22 in provincia di Brindisi, 53 nella provincia BAT, 132 in provincia di Foggia, 19 in provincia di Lecce, 83 in provincia di Taranto. 2 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti.

È stato registrato 1 decesso in provincia di Bari.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 507.982 test. 5886 sono i pazienti guariti. 6279 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 12.810, così suddivisi: 5.361 nella provincia di Bari; 1.213 nella provincia di Bat; 955 nella provincia di Brindisi; 3.043 nella provincia di Foggia; 993 nella provincia di Lecce; 1.147 nella provincia di Taranto; 94 attribuiti a residenti fuori regione; 4 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia odierno è consultabile cliccando qui.

Dichiarazione dell’assessore alle Politiche della Salute, prof. Pier Luigi Lopalco: «Purtroppo le previsioni di crescita della curva epidemica a metà settimana sono confermate. L’elevato numero dei casi di oggi è sostenuto anche dall’aumento consistente dei positivi in provincia di Taranto. La situazione sul territorio è al momento sotto controllo grazie all’enorme sforzo di risorse messe in campo dai dipartimenti di prevenzione. Rimane forte il nostro appello ad evitare nel proprio contesto familiare e di lavoro ogni occasione di contagio».

Lascia il tuo commento
commenti