"Orizzonte Infinito", imperdibile appuntamento con Claudio Damiani

"Orizzonte Infinito", il 22 febbraio imperdibile appuntamento con Claudio Damiani

Con Claudio Damiani sarà la voce di un poeta a raccontare il poeta recanatese e quei quindici versi che ancora oggi, anche a distanza di due secoli, conservano intatta la loro forza intimistica e universale.

Cultura
Altamura lunedì 18 febbraio 2019
di La Redazione
Il poeta Claudio Damiani.
Il poeta Claudio Damiani. © n.c.

Penultimo appuntamento della rassegna “Orizzonte Infinito”, organizzata dal Movimento Culturale Spiragli (con il patrocinio del Centro Nazionale di Studi Leopardiani e con quello del Comune di Altamura) per festeggiare il bicentenario della celeberrima poesia di Giacomo Leopardi.

Con Claudio Damiani sarà la voce di un poeta a raccontare il poeta recanatese e quei quindici versi che ancora oggi, anche a distanza di due secoli, conservano intatta la loro forza intimistica e universale.

La serata del 22 febbraio presso l’Antica Tipografia Portoghese in Altamura sarà aperta e chiusa dall’attrice altamurana Lisa Falagario, che interpreterà alcune poesie di Leopardi tratte dai Canti.

Inizio ore 19.30. Ingresso gratuito

I protagonisti:

Claudio Damiani

Biografia

È nato a San Giovanni Rotondo. Vive a Roma dall'infanzia.

Ha pubblicato le raccolte poetiche Fraturno (Abete,1987), La mia casa (Pegaso, 1994, Premio Dario Bellezza), La miniera (Fazi, 1997, Premio Metauro), Eroi (Fazi, 2000, Premio Aleramo, Premio Montale, Premio Frascati), Attorno al fuoco (Avagliano, 2006, finalista Premio Viareggio, Premio Mario Luzi, Premio Violani Landi, Premio Unione Lettori), Sognando Li Po (Marietti, 2008, Premio Lerici Pea, Premio Volterra Ultima Frontiera, Premio Borgo di Alberona, Premio Alpi Apuane), Il fico sulla fortezza (Fazi,2012, Premio Arenzano, Premio Camaiore, Premio Brancati, finalista vincitore Premio Dessì, Premio Elena Violani Landi), Ode al monte Soratte, con nove disegni di Giuseppe Salvatori (Fuorilinea 2015), Cieli celesti (Fazi, 2016).

Nel 2010 è uscita un'antologia di poesie curata da Marco Lodoli e comprendente testi scritti dal 1984 al 2010(Poesie, Fazi, Premio Prata La Poesia in Italia, Premio Laurentum).

Ha pubblicato di teatro: Il Rapimento di Proserpina (Prato Pagano, nn. 4-5, Il Melograno, 1987) e Ninfale (Lepisma, 2013). Ha curato i volumi: Almanacco di Primavera. Arte e poesia (L'Attico Editore, 1992); Orazio, Arte poetica, con interventi di autori contemporanei (Fazi, 1995); Le più belle poesie di Trilussa (Mondadori, 2000).È stato tra i fondatori della rivista letteraria Braci (1980-84). Suoi testi sono stati tradotti in diverse lingue (tra cui principalmente spagnolo, inglese, serbo, sloveno, rumeno) e compaiono in molte antologie italiane (anche scolastiche) e straniere.

Nel 2016 è uscito il saggio La difficile facilità. Appunti per un laboratorio di poesia, Lantana Editore; Di recente pubblicazione (gennaio 2017) il saggio L'era nuova. Pascoli e i poeti di oggi, a cura di Andrea Gareffi e Claudio Damiani, (LiberAria Edizioni).

Lisa Falagario

Biografia

Dopo la laurea in filosofia si laurea al DAMS di Bologna (dipartimento arte musica e spettacolo). Negli anni universitari frequenta un corso biennale di teatro tenuto dal prof. Corrado Veneziano, quindi dal 1985 inizia a recitare in diverse compagnie baresi. Gestisce con altri l'Anfiteatro di Bari per un decennio. Tiene diversi corsi di dizione e recitazione presso istituti scolastici, come esperto Pon, laboratori teatrali e presso l'associazione "Libero Istituto di Cultura e Formazione Antonio Iervolino" di cui è anche presidente. Collabora con RAI 3 scrivendo uno sceneggiato in 10 puntate su Castel del Monte. Cura la regia di diversi spettacoli. Prende parte a reading e recital di poesia.

Lascia il tuo commento
commenti