A Masseria Jesce si terrà il 7 e 8 settembre "Controra", la piccola scuola naturale di Verso Sud

A Masseria Jesce si terrà il 7 e 8 settembre "Controra", la piccola scuola naturale di Verso Sud

La piccola scuola naturale di Verso Sud ospiterà i suoi piccoli allievi nella splendida Masseria Jesce ad Altamura.

Cultura
Altamura venerdì 06 settembre 2019
di Antonio Ferrante
A Masseria Jesce si terrà il 7 e 8 settembre
A Masseria Jesce si terrà il 7 e 8 settembre "Controra", la piccola scuola naturale di Verso Sud © n.c.

Sabato 7 e domenica 8 settembre, Controra, la piccola scuola naturale di Verso Sud ospiterà i suoi piccoli allievi nella splendida Masseria Jesce ad Altamura, per lavorare con i bambini alla scuola del futuro: “la scuola neolitica”.

Controra - piccola scuola naturale, è un progetto di formazione rivolto a bambini e adulti, prodotto da Verso Sud.
Controra è un laboratorio di ricerca basato sui principi dell’educazione emotiva e sensoriale. Controra contiene un opporsi, un gesto contrario, un moto di rivoluzione.
Controra è PICCOLA perché ha in sé i sogni dei piccoli.
Controra è SCUOLA perché skholé in greco è il tempo libero, dedicato all’errare della mente.
NATURALE, perché cerca la naturalezza nell’apprendere, nel conoscere, nello scoprire.
Ai bambini di oggi manca il contatto di prima mano con le cose semplici.

Iniziando con il suono del campanaccio alle ore 9.00, tante e variegate saranno le attività della Scuola Neolitica: in compagnia di artisti, poeti, cantastorie e pastori che per l’occasione diverranno insegnanti. Si farà poesia, si faranno danze e racconti intorno al fuoco, ci saranno laboratori di musica e di acquerello, i bambini impareranno a costruire un quaderno e ad andare al pascolo con le pecore.

Anche il pranzo sarà speciale: a prepararlo per i più piccoli saranno le stesse mamme, che con gli odori e i rumori tipici della “Controra” pugliese, riscopriranno assieme ai propri piccoli l’immenso atto d’amore della condivisione del pasto.

“Oggi è tempo di recuperare le nostre forme, di ricamare i nostri mari, di tessere le nostre tele. La scuola neolitica di Jesce vuole essere un invito a tornare a prendersi cura del ventre materno. I villaggi neolitici rappresentano il nostro antico grembo, la nostra memoria. Essere scuola vuol dire prestarsi all’ascolto delle forme, nel linguaggio delle stagioni.” Spiega il preside della scuola neolitica Donato Laborante.

Il programma della scuola è disponibile cliccando su: bit.ly/ControraScuolaNeolitica

I posti sono limitati, la buona didattica ha bisogno di piccoli gruppi.

Per prenotazioni: bit.ly/IscrizioniControra

Lascia il tuo commento
commenti