L'iniziativa

​On. Galantino: «Quelle di Trani e Altamura siano ricomprese nel progetto "Caserme Verdi"»

Le parole del deputato biscegliese di Fratelli d'Italia

Politica
Altamura giovedì 25 marzo 2021
di La Redazione
Una cerimonia alla Caserma Lolli Ghetti di Trani
Una cerimonia alla Caserma Lolli Ghetti di Trani © n.c.

 

La Difesa ha avviato uno studio volto allo sviluppo capacitivo e al finanziamento dei «Grandi Progetti Infrastrutturali della Difesa», tra i quali va annoverato anche il progetto "Caserme Verdi" dell'Esercito italiano che prevede, nella sua fase iniziale, il coinvolgimento di 28 Caserme e che verrà esteso anche ad altre caserme.

L'obiettivo da conseguire è quello di disporre di strutture in linea con le nuove esigenze operative e quindi idonee ad accrescere l'operatività dello strumento militare attraverso la realizzazione di basi militari di nuova generazione che risultino efficienti, funzionali, ispirate a nuovi standard qualitativi e siano realizzate secondo criteri atti a garantire un basso impatto ambientale e ridotti costi di manutenzione.

Le caserme "Lolli Ghetti" di Trani e "Trizio" di Altamura, sebbene, attualmente, non ricomprese tra gli immobili interessati dal progetto "Caserme Verdi", sono infrastrutture ritenute comunque strategiche per la Forza Armata e il progetto "Caserme Verdi" sarà progressivamente esteso a tutte le infrastrutture strategiche dell'Esercito ivi incluse le caserme in argomento.

Con i colleghi di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda e Wanda Ferro in Commissione Difesa monitoreremo l’operato del Governo affinché questa opportunità possa trasformarsi presto in atto concreto.

Lascia il tuo commento
commenti