Il comunicato

Dimissioni Melodia, il comunicato di Sinistra in movimento

Nel comunicato viene fatto il punto sulle cose fatte da questa amministrazione di Centro-Sinistra

Politica
Altamura venerdì 10 settembre 2021
di La Redazione
Comune di Altamura.
Comune di Altamura. © altamuralive

Nel Consiglio Comunale del 6 settembre la sindaca di Altamura Rosa Melodia ha formalizzato le sue dimissioni: solo un mese fa aveva revocato la giunta, dopo aver constatato “l’affievolimento delle motivazioni politiche” e aver sollecitato ai partiti e movimenti con cui si era candidata nel 2018 “uno sforzo per rilanciare l'azione amministrativa”. Nel corso dell'ultima seduta del Consiglio comunale, dunque, dopo numerosi tentativi di dialogo con le forze politiche, Rosa Melodia ha annunciato le sue dimissioni e ha dichiarato di non avere i numeri per governare la città. La sindaca, lamentando “un ricatto sottile ma continuo”, ha fatto i nomi di cinque consiglieri comunali che non si sono resi disponibili al dialogo: due appartengono a Italia in Comune (eletti nella stessa lista della sindaca, ABC, hanno creato a consiglio appena insediato il nuovo gruppo, rivendicando e ottenendo un anno fa l’assessorato all’ambiente). Gli altri tre sono del Partito Democratico, con un conseguente terremoto interno al PD. Questi i fatti.

A poco più di un anno dalla scadenza naturale del mandato, Sinistra in movimento esprime il proprio rammarico per la fine prematura di un’esperienza politica che aveva determinato una netta discontinuità rispetto alle precedenti amministrazioni, finalmente all’insegna della trasparenza e dell’onestà, dopo l’arresto e le vicende giudiziarie del precedente sindaco Giacinto Forte. 

Non abbiamo condiviso la brusca decisione dell’azzeramento della giunta e altre scelte che la sindaca ha preso in totale seppur dolorosa solitudine.

Siamo stati fino all’ultimo momento disponibili a sostenere la sindaca e a restare in maggioranza per rilanciare l’azione amministrativa, per senso della responsabilità rispetto al mandato raccolto dagli elettori, anche a causa dell’emergenza pandemica tuttora in corso. Ci chiediamo pertanto: erano davvero insuperabili gli attriti che hanno indebolito la coesione della maggioranza, se solo si fossero messe da parte le questioni di puntiglio e i malintesi che hanno determinato questa interruzione prematura? 

Lamentiamo infatti la difficoltà di perseguire il bene comune dentro una politica liquida, in cui alcuni esponenti sono sempre più orientati da tatticismi e riposizionamenti elettorali più che da una visione progettuale di lungo respiro.

Probabilmente molto di più avremmo potuto fare anche noi per primi, per non lasciare sola la sindaca, poiché nessuno si salva da solo e nessuno cade da solo.

Nonostante tutto, rivendichiamo quanto questa amministrazione di Centro-Sinistra ha fatto di positivo, ricordando alle concittadine e ai concittadini che in questi anni all’ordinaria amministrazione si è aggiunto lo straordinario dell’emergenza pandemica. Nonostante il Covid: 

  • abbiamo finalmente portato Altamura verso una maggiore eco-sostenibilità attraverso la raccolta differenziata;
  • abbiamo approvato il Piano Sociale di Zona 2018-20, grazie a cui è stato possibile consentire l’apertura dell’Asilo Nido Comunale
  • abbiamo introdotto per la prima volta ad Altamura lo strumento del bilancio partecipato
  • abbiamo erogato i finanziamenti ai centri estivi nel 2020 e nel 2021;
  • è in corso di pubblicazione la carta dei servizi dell’ambito territoriale;
  • abbiamo valorizzato tramite progetti e percorsi museali il patrimonio artistico, paesaggistico ed antropologico della città;
  • sono stati espletati o banditi concorsi per assumere impiegati e funzionari, risorse umane indispensabili per una maggiore efficienza amministrativa;
  • abbiamo curato gli interventi emergenziali per la discarica e ci siamo impegnati per scongiurare l’insediamento di un deposito di scorie nucleari nel nostro territorio con uno slancio che è mancato ad altre amministrazioni comunali e ad altri sindaci, cosa che ci è stata riconosciuta anche dalla Regione Puglia, che ha pubblicamente apprezzato l’impegno di Rosa Melodia contro le scorie;
  • abbiamo realizzato interventi idrici ed edili di efficientamento nei quartieri San Giuliano e Trentacapilli oltre che la ristrutturazione delle palestre delle scuole Padre Pio e San Francesco; la manutenzione straordinaria del Palazzetto di via Piccinni e di quello di via Manzoni;
  • in ultimo, abbiamo firmato il contratto per il progetto dei lavori Agorà, che mira alla valorizzazione della viabilità di connessione fra piazza Matteotti e Monastero del Soccorso, per un importo di 1 milione e 400 mila euro, insieme ai fondi per la rigenerazione del centro storico e, grazie ai partenariati attivati con associazioni ed enti del terzo settore, abbiamo appena ottenuto i finanziamenti per tre progetti innovativi (PINQuA: Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare) per 42 milioni di euro.

All’interno di questo fermento positivo, che è merito di tutto il Centro-Sinistra, sia pure dentro un’azione migliorabile perché non ancora giunta a scadenza naturale, ringraziamo quanti sono stati espressione concreta e attiva all’interno della lista Sinistra in Movimento. Grande riconoscenza va dunque al nostro consigliere comunale avv. Vito Menzulli e all’assessora ai Servizi Sociali dott.ssa Annunziata Cirrottola, grazie a cui:

  • dopo decenni di indifferenza verso le politiche a sostegno delle famiglie e delle donne lavoratrici, è stato istituito l’asilo nido comunale;
  • al nostro assessorato va anche il merito di aver gestito, tra i servizi sociali emergenziali legati alla pandemia, l’erogazione dei buoni spesa, con una efficienza e rapidità che non è passata inosservata a livello nazionale, conciliando i diritti dei cittadini altamurani con il diritto all’inclusione degli immigrati;
  • iniziative svolte a sostegno delle pari opportunità, insieme al rinnovo del Comitato Unico per le pari opportunità;
  • convenzione dell’ambito territoriale con il centro anti-violenza Liberamente, con varie iniziative per contrastare la violenza di genere;
  • l’approvazione del Piano Locale Povertà;
  • la riapertura del Centro Interculturale;
  • il progetto per il Contrasto agli sprechi alimentari;
  • i Finanziamenti comunali per Progetti didattici extracurricolari (15.000 euro); iniziative in collaborazione con la Polizia locale contro l’uso delle droghe e contro la dispersione scolastica; il sostegno al diritto allo studio con i finanziamenti per l’acquisto dei libri di testo;

La nostra gratitudine va soprattutto ai militanti e simpatizzanti che hanno offerto competenze, tempo ed energie, stilando documenti e proposte che sono tuttora agli atti, attraverso la richiesta di incontri con gli assessori che Sinistra in Movimento ha promosso, ritenendo virtuose ma ancora insoddisfacenti le azioni intraprese: queste proposte, depositate in forma scritta, riguardano soprattutto l’urbanistica, un’urbanistica più sostenibile per una città più verde e più inclusiva: su questo punto programmatico Sinistra in Movimento ha periodicamente sollecitato la maggioranza e gli assessori competenti che si sono avvicendati sulla delega all’urbanistica, ritenendolo una priorità irrinunciabile. 

Ringraziamo, infine, tutti coloro che nelle associazioni, nei comitati, negli altri partiti e nelle altre liste hanno mostrato capacità di collaborazione a prescindere dalle minuscole appartenenze di partito, dando prova di sensibilità e generosità disinteressate: è così che sono nate le migliori iniziative e le azioni più incisive e più partecipate e apprezzate dalla cittadinanza. Questo patrimonio di relazioni umane non va sperperato e, nel prossimo scenario politico (qualora la sindaca non ritiri le dimissioni), è da qui che bisogna ripartire per il futuro della città.

 

Lascia il tuo commento
commenti