Centro anziani, guardie giurate per impedire accesso

E' l'iniziativa presa dal Comune per limitare l'accesso al centro anziani del "Viti Maino".

Politica
Altamura giovedì 26 gennaio 2012
di La redazione
©
Tensione nel mondo degli anziani. L'accesso ai centri dedicati, negli ultimi tempi, viene loro negato per il raggiungimento del numero massimo di posti disponibili. Sul tema è intervenuto il movimento cittadino Aria Fresca.

"Nella nostra Città, purtroppo - si legge in una nota di Aria Fresca - accadono periodicamente cose assurde. Da qualche giorno, agli anziani che frequentano i centri comunali “Simone Viti Maino” e “Bell’Età” viene impedito l’accesso alle strutture e a qualunque attività ricreativa qualora siano sprovvisti di un’apposita tessera di registrazione e riconoscimento. Per bloccare gli accessi, vengono addirittura impiegate squadre di guardie giurate appositamente ingaggiate e pagate dall’amministrazione comunale.

Degli spazi insufficienti del centro anziani ubicato nel complesso del “Simone Viti Maino” ci siamo più volte occupati con interpellanze e sollecitazioni pubbliche del nostro consigliere comunale Enzo Colonna. Proprio grazie alle nostre iniziative, nel novembre scorso siamo riusciti ad ottenere l’avvio dei lavori di adeguamento e ampliamento della struttura, con la ristrutturazione di alcuni locali di proprietà comunale vuoti e inutilizzati ubicati nell’immobile Simone Viti Maino a piano terra. Un primo e positivo risultato. Ci risulta che i lavori per sistemare e collegare i nuovi ambienti siano stati ultimati ma purtroppo le nuove stanze non sono ancora state messe a disposizione degli anziani che frequentano il centro: perché questo ritardo? L’amministrazione non ha nulla da dire, cosa aspetta?

Da parte nostra, continuiamo ad occuparci della vicenda. La nostra posizione è da sempre chiara e la ribadiamo: va consentito a chiunque sia interessato l'accesso alle strutture per le minime esigenze di intrattenimento con fruizione di tavoli sedie e giornali (esigenza particolarmente sentita nel periodo invernale); non a caso, da sempre il “Simone Viti Maino” è da tutti identificato come centro "aperto" polivalente; purtroppo – considerati i limiti numerici fissati dall’amministrazione comunale con l’ultima gara di appalto per la gestione del centro anziani (su cui, a tempo debito, abbiamo espresso tutte le nostre perplessità e contestazioni) – è possibile fare ricorso al tesseramento (e al conseguente riconoscimento tramite tessera) solo per i servizi specifici (corsi, ballo, ginnastica, visite mediche, ecc.) erogati dalle cooperative che gestiscono i due centri.

Gli anziani della nostra Città meritano rispetto e risposte dall’amministrazione comunale e non da parte di vigilantes: siamo di fronte a inermi cittadini e non a pericolosi individui. Si chiede semplicemente verità e trasparenza e non di difendere la propria incapacità amministrativa e progettuale con guardie giurate".
Lascia il tuo commento
commenti