Lavoro

Mobile imbottito, Masi (M5S): «Attenzione per comparto resta alta»

Nel corso del question time di oggi in commissione Attività produttive è stata discussa l’interrogazione a risposta immediata che presentata al ministero dello Sviluppo Economico dalla parlamentare pentastellata

Politica
Altamura venerdì 10 maggio 2019
di La Redazione
L'onorevole Angela Masi
L'onorevole Angela Masi © n.d.

«Continuo a mantenere alta l’attenzione sul settore del mobile imbottito, in particolare per il “triangolo de salotto” che ricade nei paesi di Altamura, Santeramo e Matera. Dopo il tavolo tecnico di ieri presso il Mise per Natuzzi, nel corso del question time di oggi in commissione Attività produttive è stata discussa l’interrogazione a risposta immediata che ho presentato al ministero dello Sviluppo Economico. Vista l’importanza di settore che si sta risollevando con grandi sacrifici dopo la crisi del primo decennio degli anni 2000 che è costata la perdita del 50% circa dei lavoratori con pesanti ripercussioni anche sull’indotto, ho chiesto al ministero quali iniziative intenda intraprendere per il rilancio del distretto murgiano del mobile imbottito» -ad affermarlo è Angela Masi parlamentare del MoVimento 5 Stelle.

«Gli operatori del distretto – afferma in una nota la parlamentare - hanno da tempo puntato sul sistema di impresa, puntando su formazione, innovazione e aggiornamento dei lavoratori ottenendo significativi risultati. Il comparto, dal 2013 alla fine di quest’anno ha beneficiato di alcuni accordi e dunque ora si apre una nuova fase».

«Il Mise, nella figura del ministro Di Maio, è da tempo attento al settore del mobile e del mobile imbottito. Se da un lato nei tavoli di crisi si sta, con tutte le parti coinvolte, risolvendo la vicenda Natuzzi dall’altro il confronto del ministro con le imprese è particolarmente attivo come dimostrato dal recente salone del mobile di Milano. Inoltre, numerosi sono i provvedimenti dedicati alle imprese e ai lavoratori che il MoVimento in questi mesi ha messo in campo insieme, è bene ricordarlo, alle altre iniziative dedicate all’imprenditoria meridionale come il “Piano Export Sud 2” (con dotazione di 50 milioni di euro) destinata all’attuazione di iniziative di formazione e promozione a favore delle PMI» - conclude l’onorevole Masi.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette