Nelle ultime ore, infatti, aveva tenuto banco l’azione della Guardia di Finanza che aveva scoperto una frode alimentare a danno del concorszio IGP della Lenticchia di Altamura

Lenticchie sequestrate a Torino. Angiola (M5S): «Il consorzio vigili ancora»

Ad affermarlo, in un’interrogazione alla Camera dei Deputati, è il deputato del MoVimento 5 Stelle, Nunzio Angiola

Politica
Altamura mercoledì 15 maggio 2019
di La Redazione
L'on. Angiola interviene in Parlamento sulla questione del sequestro di Lenticchie contraffatte
L'on. Angiola interviene in Parlamento sulla questione del sequestro di Lenticchie contraffatte © n.d.

«Nei giorni scorsi, abbiamo appreso dell’importante operazione portata a termine dalle Fiamme Gialle che hanno sequestrato più di venti tonnellate di legumi e cereali spacciati per italiani, ma importati da Cina e Canada in particolare.Sono stati denunciati 24 commercianti, tra grossisti e dettaglianti, per frode alimentare, con conseguente sequestro di prodotti e macchinari utilizzati per la lavorazione ed il confezionamento della merce».

Ad affermarlo, in un intervento di fine seduta alla Camera dei Deputati (spazio che la legge riserva alle comunicazioni urgenti), è il deputato del MoVimento 5 Stelle, Nunzio Angiola.

Nelle ultime ore, infatti, aveva tenuto banco l’azione della Guardia di Finanza che aveva scoperto una frode alimentare a danno del concorszio IGP della Lenticchia di Altamura, cui fanno capo anche diversi produttori santermani.

«Tra i vari prodotti – continua il deputato pentastellato - è stata falsificata anche la Lenticchia di Altamura, protetta dal marchio IGP, che prevede la coltivazione ed una parte della lavorazione in 19 comuni, tra cui diversi comuni della Murgia barese. Dei 24 delinquenti denunciati, solo uno è di Altamura e certamente non ha nulla a che fare con il Consorzio di Tutela e Valorizzazione della Lenticchia di Altamura IGP e con le centinaia di onesti produttori che ad esso aderiscono».

«Vorrei innanzitutto esprimere compiacimento e apprezzamento per il lavoro svolto dalle Fiamme Gialle torinesi coordinate dal Maggiore Giovanni Lupi, unitamente ai finanzieri della Compagnia di Altamura guidati dal Comandante Tenente Lucia Lacalamita.
In secondo luogo, vorrei segnalare che l’art. 32 del c.d. Decreto Crescita, che sta per essere approvato dalla Camera dei Deputati, ha previsto importanti misure per la tutela dei prodotti di origine italiana contro fenomeni legati all’Italian Sounding».

«In terzo luogo – continua il deputato santermano - auspico che il Governo prosegua lungo il sentiero tracciato dal “Decreto Crescita” e che si moltiplichino gli sforzi contro la contraffazione, utilizzando tecnologie all’avanguardia per contrastare questi diffusissimi comportamenti illeciti, non solo in termini di intelligence, ma anche utilizzando strumenti innovativi per la tracciabilità dei prodotti in questione, attraverso – in particolare – lo strumento della blockchain».


«Auspico – ha concluso Angiola nel suo intervento alla Camera - che il Consorzio di Tutela e Valorizzazione della Lenticchia di Altamura IGP, mirabilmente presieduto dal prof. Antonio Nisi, continui a vigilare e a collaborare con le forze dell’ordine, affinché ogni tentativo di contraffazione venga tempestivamente scoperto e severamente punito».


Lascia il tuo commento
commenti