La denuncia del capogruppo regionale di Fratelli d’Italia

Coronavirus, Zullo (FdI): «Al Perinei tamponi fatti il 23 marzo ma ancora nessun risultato»

I ritardi di refertazione – afferma nella nota il consigliere regionale - potrebbero creare danni enormi e motivi di preoccupazione

Politica
Altamura giovedì 02 aprile 2020
di La Redazione
Ospedale della Murgia Fabio Perinei
Ospedale della Murgia Fabio Perinei © Mario Conca (M5S)

«Attenzione per l’Ospedale della Murgia: è quanto avevo richiesto al presidente-assessore alla Sanità, Michele Emiliano, nella riunione in video-conferenza tenuta nei giorni scorsi».

Questa è la denuncia che il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo, muove alla Regione Puglia, in una nota inviata in Redazione.

“Ma dopo quello che sta accadendo ancora una volta ho capito che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire: tamponi effettuati il 23 marzo che ad oggi non sono stati refertati, assurdo. Pare che quel giorno siano stati effettuati talmente tanti tamponi che sono stati mandati dapprima a Foggia poi, per indisponibilità, a Barletta, dove stando sempre ai racconti, per rottura di un macchinario hanno chiesto di pazientare ancora per l'analisi dei tamponi, ma ad oggi ancora nessun risultato e tutto il sistema ospedaliero altamurano non sa se sono positivi o negativi. Quindi – commenta Zullo - soggetti potenzialmente positivi sintomatici o paucisintomatici loro malgrado e a loro insaputa circolano nei loro ambienti di vita e di lavoro».

«Non so più a chi dirlo e in che lingua dirlo: il cerca, testa, isola, tratta, principi cardini della lotta al virus non possono applicarsi se il tampone non è refertato. Con i ritardi di refertazione – afferma nella nota il consigliere regionale - il danno potrebbe essere enorme e motivi di preoccupazione ce ne sono perché si tenga presente che nel presidio ospedaliero della Murgia i positivi, stando a dati di una settimana fa e più, erano più di 20 oltre ai numeri che conta la città di Altamura. Può capitare certo che si rompa un macchinario ma non avere un Piano B di riserva è davvero da irresponsabili».

Lascia il tuo commento
commenti