Conosciamo Domenico Larocca e la sua Murgiahub, ultima start-up incubata nella ItemHub di Altamura

Larocca: «ItemHub è un incubatore e un collettore di giovani realtà che creano valore e credono nell’innovazione culturale e digitale del territorio murgiano e pugliese».

Item Hub ITEM HUB
Altamura - venerdì 27 settembre 2019
Domenico Larocca e Murgia Hub.
Domenico Larocca e Murgia Hub. © Murgia Hub

Trasformare la propria idea imprenditoriale in una realtà concreta non è mai stato così facile. Adesso è finalmente possibile farlo ad Altamura. Resilienza, forza di volontà e caparbietà sono gli ingredienti minimi per poter sviluppare una idea di business. In più serve credere fermamente nel proprio progetto ed è qui che si colloca il ruolo di una realtà innovativa che potrà offrire tutto il supporto necessario a realizzare il proprio progetto innovativo.

Stiamo parlando della Item Hub, un luogo in cui giovani alle prime armi e imprenditori che posseggono già una loro storia aziendale, possono trovare degli interlocutori specializzati che li accompagnino in un percorso di crescita e accelerazione. O perché hanno un’idea da realizzare e vogliono comprendere la sua reale fattibilità, o perchè hanno già sviluppato il progetto e necessitano di un sostegno in termini di implementazione di processi produttivi innovativi o migliorie ai prodotti che li rendano tali. Dopo avervi raccontato il caso di Nicola Moramarco, CEO di Eatalico.it, start up incubata all’interno di ItemHub, oggi conosciamo Domenico Larocca, CEO e co-founder di Murgiahub.

Che ruolo ricopre in MurgiaHub?

Mi chiamo Domenico Larocca, ho 24 anni e sono il CEO e co-founder di Murgiahub, un’avventura nata circa un anno e mezzo fa insieme al mio socio e amico Antonello Livrano, giovane architetto come me. Mi sono diplomato in industrial design al Liceo Artistico De Nittis di Bari, una esperienza che mi ha portato ad intraprendere gli studi in architettura al Politecnico di Milano, università nella quale mi sono laureato. Ritengo essere una persona ecclettica e creativa e nel mio percorso formativo e professionale ho sempre cercato di fondere e contaminare le mie conoscenze tecniche ed artistiche. La mia ricerca personale e professionale è rivolta a rintracciare le relazioni tra le diverse discipline al fine di formulare un approccio olistico che diventi la mia prima chiave di lettura per decifrare, interpretare e rielaborare il mondo e tutto ciò che mi circonda. L’esperienza come cantautore mi ha riportato a Gravina in Puglia, il paese in cui vivo, perchè qui ho trovato un contesto giovane e stimolante in cui continuare a crescere e in cui realizzare i miei sogni. Sono le persone a rendere il territorio pulsante e qui ho trovato delle persone meravigliose. Nell’ultimo periodo della mia vita sto esplorando e mi sto formando come service designer, una disciplina utile nella progettazione di un servizio che sia il più possibile user centred e che quindi si basi sulle reali esigenze dell’uomo. Il nostro team è un collettivo di creativi di diversa estrazione culturale e professionale ed è costituito da Antonello Livrano, 25 anni, architetto, grafico e direttore creativo; Nicolò Petrafesa, 25 anni, musicista e community manager; Francesca Polignano, 23 anni, esperta nella valorizzazione dei beni culturali, Helene Damiani, 23 anni, fotografa e social media manager; Giuseppe Detomaso, 27 anni, business designer. Collaboriamo già con tanti giovani designer e creativi murgiani tra cui il nostro collaboratore Francesco Lindo, 23 anni, UX UI designer e product designer che sentiamo ormai parte integrante del team.

Perché ha scelto ItemHub per far decollare la sua start up?

Itemhub è uno spazio che ci offre supporto e attenzione nello sviluppo di questioni nevralgiche per una start up giovane come la nostra. In prima istanza ci piace la qualità dello spazio, adatto a poter sviluppare gli obiettivi del team e utile a confrontarsi con altre realtà imprenditoriali giovani e propositive. Inoltre il personale di Itemhub è pronto ad accompagnarci con professionalità e a condividividere con noi la loro esperienza e le loro competenze. In sintesi, un incubatore e un collettore di giovani realtà che creano valore e credono nell’innovazione culturale e digitale del territorio murgiano e pugliese.

Ci racconta come è nato il progetto MurgiaHub?

Murgiahub nasce dall'incontro di due amici che amano questa terra ma che, come molti, si sono conosciuti a Milano durante la formazione universitaria. La volontà di sviluppare le proprie professionalità creative in Puglia ha portato a una profonda riflessione. Murgiahub nasce con l’obbiettvo di diventare una piattaforma per una comunità composta da artisti, designer, grafici, architetti, visual artist, videomaker, fotografi, sviluppatori ed esperti di comunicazione, per un’idea di creatività intesa come un dispositivo ibrido e totalizzante. Costruire una comunità attiva, dinamica ed intraprendente, che scambia know-how e promuove esperienze formative per una crescita condivisa. La sostenibilità in ambito economico, ambientale e sociale, è il punto di partenza, che identifica il modo di progettare di Murgiahub, in sintonia con il programma d’azione per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Murgiahub nasce inoltre, grazie alla vittoria del bando regionale PIN - Pugliesi Innovativi; vince Maratona delle Idee, iniziativa promossa dal Parco dell’Alta Murgia e viene selezionata tra le 10 migliori idee di start-up in Italia, per il Festival Nazionale dell’Economia Civile tenuto a Firenze organizzato da “Next - Nuova Economia per Tutti”.

Di cosa si occupa il progetto MurgiaHub?

Murgiahub sta lavorando alla realizzazione di una piattaforma digitale, il primo social network/marketplace che mette in contatto creativi, aziende e spazi innovativi. Adesso tutto il team è al lavoro sulla progettazione e lo sviluppo della piattafroma, che vedrà la luce, nella sua prima versione, tra circa nove mesi. Murgiahub inoltre è una design agency ed offre servizi innovativi che combinano creatività e strumenti digitali, tra cui: service e product design, brand e business design, foto e video, graphic design e illustrazione, exibition e interior design e marketing digitale. Il team, specializzato e calibrato sulle esigenze del cliente, offre competenze multidisciplinari al fine di proporre strategie integrate per realizzare progetti innovativi e di qualità.

Qual è la funzione e l’utilizzo di MurgiaHub?

La trasformazione digitale delle aziende è il presupposto per renderle competitive e proiettarle in un contesto nuovo e dinamico. Murgiahub abilita le realtà territoriali al fine di poter utilizzare il digitale come risorsa per innovarsi. La strategia di Murgiahub si chiama Murgification e consiste nel seguire il cliente a 360° dall’ideazione alla realizzazione e comunicazione dei propri progetti, con una particolare attenzione alla loro immagine e identità. Attraverso il design thinking offriamo un approccio organico, agevolando lo sviluppo di idee creative la loro verifica e realizzazione.

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti