Si torna a scuola: piccoli consigli utili per salvare la postura dei nostri bambini

L’inizio di un nuovo anno è pieno di ansie, non solo per i ragazzi che vanno ad iniziare una nuova avventura ma anche e soprattutto per i genitori.

Altamura - sabato 28 settembre 2013
©

L’inizio di un nuovo anno è pieno di ansie, non solo per i ragazzi che vanno ad iniziare una nuova avventura ma anche e soprattutto per i genitori. Perché? Proviamo a riportare alcuni dei tanti quesiti: che cartella giusta posso prendere per salvare la schiena al mio bambino?cosa posso fare per salvaguardare la schiena nelle interminabili ore di studio? Usa sempre il pc/tablet che posso fare? Quest’anno che,a attività fisica gli posso far fare? Questi  sono un piccola parte delle tante domande che un genitore si pone, noi proviamo a darvi dei piccoli consigli pratici su come rendere facile la “schiena”  ai vostri ragazzi così da prevenire scoliosi e lombalgie.

Per la scoliosi un dato che influisce molto è il cattivo uso dello zaino. Su quest’ultimo è giusto fare un appunto agli insegnanti e a tutto il mondo della scuola, perché cerchino di alleggerire i carichi negli zaini così da riuscire a preservare la schiena dei nostri ragazzi. Il secondo più che appunto è un consiglio a tutti i genitori perché al momento dell’acquisto di un nuovo zaino si orientino sul “trolley” o cercare di acquistare uno con materiale molto leggero. ATTENZIONE!Perché non ci stancheremo mai di dirlo che uno zaino troppo pensante, portato a lungo può sviluppare atteggiamenti posturali scorretti che devono essere curati.

Oltre alla scoliosi un dato che ha negli ultimi anni è andato peggiorando è l’aumento dei casi di lombalgia. Già dalla piccola età, alunni di scuola elementare soffrono di dolori alla parte bassa della schiena. Il motivo è molto semplice, con la riapertura della scuola i bambini dopo le ore di studio scolastiche tornano a casa per fare i compiti ed è proprio qui che ci sono alcune accortezze da tenere sotto controllo. Ad esempio la scrivania deve assolutamente essere in proporzione all’altezza del ragazzo in modo tale da permettere al ragazzo di appoggiare gli avambracci con le spalle rilassate, così da evitare la maledetta posizione in cui si è chinati in avanti. ATTENZIONE! Quando si è seduti mi raccomando a mantenere la normali curvature della schiena, cioè: il sacro deve essere appoggiato allo schienale, la lordosi lombare ben mantenuta, la testa ben allineata al collo e i piedi ben appoggiati al pavimento. ATTENZIONE!

Altro punto dolente è l’uso del pc o tablet. Come possiamo immaginare la postura va tenuta sotto controllo anche in questo caso, infatti è consigliabile non utilizzare il pc sulle gambe ma utilizzarlo su un tavolo a su supporti disponibili, così da mantenere anche qui la testa allineata alle spalle e la colonna vertebrale più aderente possibile alla sedia. Infatti il non adeguato rispetto di questi piccoli consigli può causare una posizione di iperflessione della colonna e mantenuta a lungo può creare fastidi al carico del collo, delle spalle e della schiena oltre a favorire la comparsa del dorso curvo. Altro consiglio è quello di variare ogni mezz’ora la posizione così da sgranchire la colonna. ATTENZIONE!
Dopo una serie di “ATTENZIONI” possiamo tranquillamente dirvi che cioè che più può aiutare a prevenire una serie di disturbi al vostro bambino, è in assoluto l’attività fisica. Con lo sport possiamo prevenire oltre i vari disturbi di cui parlavamo prima, ma possiamo sconfiggere un grande fattore chiamato:pigrizia! Anche qui il nostro consiglio soprattutto nella fascia adolescenziale è quello di non indirizzare il bambino su uno sport in particolare, ma l’unico obiettivo è quello di farlo divertire e di sviluppare le sua capacità motorie. Qualsiasi sport con un aspetto esclusivamente ludico va bene per questi scopi prima elencati!

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti